Sembrava destinato all’addio, anche in modo piuttosto anonimo. Invece Jorginho è stato confermato su espressa richiesta di Sarri, e oggi è diventato un punto di forza del Napoli. Nel ruolo di regista nel 4-3-3 dell’allenatore azzurro ha messo in luce le sue qualità. Il ct della Nazionale Conte vorrebbe portarlo agli Europei, ma anche molti club si stanno interessando a lui.

Un regista di qualità è sempre ambito, sia in Italia che in Europa. Juventus e Milan, in Italia, lo hanno messo nel mirino. Due squadre che hanno bisogno di talento in cabina di regia a centrocampo. Ma anche in Europa Jorginho ha trovato estimatori. Psg in Francia e Manchester United in Inghilterra lo seguono. I francesi già lo volevano, ancor prima del suo arrivo in azzurro, ma non se ne fece più nulla. Van Gaal, invece, ha avuto relazioni positive su di lui dagli stessi emissari che hanno lavorato per l’affare Darmian, e che per il Torino avevano osservato Jorginho per portarlo alla corte di Ventura. Il Napoli lo ha bloccato, ma il report positivo è rimasto. Non si può parlare di offerte, ma è possibile che al club azzurro possano arrivare richieste importanti. Ecco perché De Laurentiis sta pensando subito al rinnovo: non tanto per far alzare il prezzo di Jorginho (che il Napoli valuta almeno 10 milioni) ma per confermare il regista e lasciarlo a disposizione di Sarri. Il tecnico azzurro è entusiasta del rendimento dell’italo-brasiliano, tanto da mettere in panchina Valdifiori, che con l’Empoli è stato protagonista nella scorsa stagione. Da protagonista in campo a uomo-mercato: Jorginho è un tesoro inaspettato per gli azzurri.

Giovanni Scotto