Commenta per primo

Rafa Benitez si improvvisa corsivista, e verga di suo pugno un articolo per il quotidiano inglese The Independent. 'Al Napoli, con Edinson Cavani, c'era lo stesso problema che aveva il Tottneham con Bale: tutta la squadra era stata costruita intorno a lui - scrive il tecnico spagnolo -. Crediamo di aver risolto il problema prendendo Higuain: lui vuole sentirsi fondamentale per il club, e questa componente psicologica gli mancava completamente al Real Madrid. L'essenziale, quando si vende un giocatore per grandi cifre, come sta accadendo al Tottenham con Bale, è usare quei soldi per comprare dei giocatori di cui c'è bisogno. I tifosi chiederanno un gran nome per rimpiazzare quello che stanno perdendo, ma è una trappola'.

'Sono contentissimo di avere a disposizione Pepe Reina, che ho portato al Liverpool nel 2005: per me è più di un portiere - spiega Benitez -. La gente non si rende conto di quanto Pepe sia un motivatore dietro le quinte, ha un'influenza grandissima sulla squadra. Le squadre in Serie A sono tutte molto organizzate, e ripongono una grande enfasi sulla tattica. La vittoria con il Bologna è solo il primo passo di una lunga strada'. 

Poi il tecnico spiega ai lettori inglesi: 'Forse saprete che il proprietario del Napoli, De Laurentiis, è un produttore cinematografico, e quest'anno ha deciso di far apparire i suoi calciatori in un film natalizio. Dopo l'allenamento, quindi, ci siamo trattenuti a Castelvolturno per le riprese: non sapevo di avere tante stelle del cinema nella mia squadra! Non credo che appariremo nel film per più di cinque minuti, ma è stata un esperienza divertente e sviluppata bene. Mentre scrivo, non so ancora se dovrò dire qualcosa nel film: le riprese inizieranno tra mezz'ora... La recitazione non è il mio punto forte, nonostante quando qualche volta sono stato sulle scene a Liverpool il pubblico sia stato molto gentile con me'.