7
Aurelio De Laurentiis non si è certo disperato per l'addio di Riccardo Bigon. Anzi. Nella lunga lettera di commiato scritta dall'ormai ex direttore sportivo del Napoli si percepisce una vena di gelo tra lui e il presidente. Freddezza che è apparsa anche in occasione della conferenza di addio di Benitez, dove il presidente azzurro non ha risparmiato un paio di frecciate al direttore sportivo e al suo operato. "Si spende poco e si prende Tevez, si spende niente e si porta a casa Pogba": una critica per nulla velata all'operato di Bigon, che salvo Cavani non ha lasciato chissà quali plusvalenze da ricordare.

NESSUN RIMPIANTO PER BIGON - O meglio, i giocatori che hanno fatto bene sono stati comunque ben pagati. Ora Bigon, in un modo o nell'altro, fa parte del passato. Se De Laurentiis non ci ha neanche pensato a trattenerlo il motivo è una certa delusione per il bilancio complessivo di questi due anni. Il mezzo flop del biennio di Benitez è stato imputato anche al ds, che ricevuta l'offerta del Verona (dove avrà un ruolo più corposo) non ci ha pensato due volte ad approfittarne e salutare tutti. Anche a costo di dimettersi e rimetterci qualcosa, perdendo ovviamente l'altro anno di contratto che aveva garantito. Dopo aver deciso per l'allenatore (oggi il probabile annuncio di Sarri) De Laurentiis si [ mosso per il direttore sportivo.
GIUNTOLI, L'UOMO DEI MIRACOLI - La scelta del ds riguarda quella di un profilo giovane, magari pure sconosciuto, che possa crescere nel Napoli. Alla fine il presidente azzurro ha scelto Cristiano Giuntoli. Direttore sportivo del Carpi fin dai tempi più remoti, artefice dell'incredibile cavalcata in Serie A, ha una conoscenza perfetta delle categorie inferiori e del calcio italiano in genere e la capacità di fare una squadra praticamente senza soldi. Non sono le premesse che esaltano i tifosi, ma De Laurentiis vuole scommettere su di lui. Tutto il Carpi, neopromosso in Serie A, è costato circa quattro milioni di euro al calciomercato: meno dell'ingaggio annuale del solo Higuain. Il Napoli riparte da Giuntoli, con la speranza di tornare in quella coppa solo sfiorata nel finale di stagione.