18
Secondo il Corriere dello Sport: "E ora, la questione si fa seria. Sempre più seria: perché dopo l’apertura di Icardi di una finestra sul Golfo, Napoli e Inter hanno parlato. Sì: contatto tra De Laurentiis e Marotta. Una chiacchierata su Maurito, per Maurito. L’attaccante da 30 gol che il presidente ha detto a chiare lettere di inseguire qualche giorno fa. E non così, tanto per: “Non ho bisogno di fare scena, ma di vincere. Ma serve intelligenza”. E l’operazione Icardi, centravanti straordinario in cerca di rivincite degne del suo valore dopo una stagione tormentata come mai, sarebbe un capolavoro di testa, anima e corpo. Paradossalmente? A dare una mano al presidente azzurro potrebbero essere Sarri e Higuain, proprio loro: anche la Juve è su Icardi, non è un mistero, ma se il tecnico riuscirà a confermare il Pipita, suo pupillo da sempre, allora lo spazio per Mauro si ridurrebbe sensibilmente. E pensare che la gente di Napoli li accusa di alto tradimento: qua la mano.

Era dai tempi di Higuain e della clausola da 90 milioni, che De Laurentiis e Marotta non avevano un contatto di mercato così importante. Il denominatore comune? Era argentino il Pipa e lo è Icardi. Il giovane centravanti con l’identikit perfetto per De Laurentiis: ha in dote un patrimonio potenziale da 30 gol, ogni stagione, e soprattutto ha 26 anni. Un professionista dell’area e un attaccante spietato: il San Paolo ha già pronto scettro e corona. I tifosi sognano: e non è un eufemismo.

Il colloquio, dicevamo. , il Napoli ha di certo parlato con l’Inter. E così, dopo l’incontro di un paio di settimane fa a Milano tra Giuntoli e Wanda Nara, agente di Maurito, ora anche De Laurentiis e Marotta hanno affrontato la questione a viva voce: perché se alla fine Icardi sceglierà di accettare l’offerta importantissima prospettata dal club azzurro, almeno il presidente si farà trovare pronto e forte di un accordo potenziale con l’Inter. Si lavora e si continuerà: Maurito è un grande obiettivo del Napoli. Valutazione di partenza: tra i 60 e i 70 milioni di euro. Trattabili eccome".