53
Victor Osimhen è l'uomo del momento, l'uomo della svolta, della crescita personale e del Napoli verso quel traguardo che ora in città non si fa più fatica a pronunciare, lo scudetto, e che oggi vivrà inevitabilmente un importante turning point, la sfida contro la Roma, che potrà dire molto del percorso intrapreso dalla squadra di Luciano Spalletti. Per molti la vera differenza fra gli Azzurri di Gattuso della passata stagione e quelli che stiamo ammirando in questa annata sta tutta nel rendimento esplosivo della punta nigeriana (l'anno scorso condizionato dai troppi infortuni) che, inevitabilmente, sta attirando su di sé l'attenzione anche di quel mercato che fino a poco tempo fa sembrava lontano. 

LA FRASE DI SPALLETTI -
Per provare a calmare le acque e blindare Osimhen al centro del progetto del suo Napoli, ieri in conferenza stampa Luciano Spalletti ha cavalcato le parole di Sabatini, mettendo Osimhen non solo sullo stesso piano della stella del PSG e della Francia Kylian Mbappé, ma addirittura al di sopra: "Anche oggi prenderei Osimhen più di Mbappè​". Un'esagerazione, ovviamente, ma legata anche ai continui rumors che oggi più che mai si stanno alimentando sul futuro della stella nigeriana.

IL RETROSCENA SU MOU - Il Napoli per strapparlo al Lille ormai più di un anno fa sborsò 70 milioni di euro più 10 di bonus, ma il club del patron De Laurentiis non fu l'unico a tentare l'affondo. Anche il Tottenham allora di José Mourinho (e che oggi sarà il rivale del Napoli con la sua Roma) seguiva il giocatore salvo poi mollarlo su bocciatura dello stesso Special One: "Se uno ha paura di venire al Tottenham per la troppa concorrenza, allora non può giocare con noi".
TUTTI LO VOGLIONO - Uno scenario che oggi è ben lontando dalla realtà perché Osimhen è cresciuto tanto, è decisivo per il suo Napoli e ha attirato la concorrenza di numerosi top club europei. Il PSG sta pensando a lui proprio per sostituire Mbappé (destinato al Real Madrid) ma i parigini sono in ottima compagnia con Liverpool, Tottenham, Bayern Monaco e Atletico Madrid pronti a presentare un'offerta per strapparlo al Napoli. De Laurentiis la scorsa estate avrebbe preso in considerazione offerte per non meno di 130 milioni di euro e in vista della prossima estate di mercato (impossibile pensare ad un addio a gennaio), sarà fondamentale l'accesso o meno alla prossima Champions League per garantire la continuità di questo progetto tecnico e quindi anche la permanenza del nigeriano. Di fatto Osimhen è padrone del proprio destino. Continuando a far sognare il Napoli e i suoi tifosi si garantirà anche la permanenza, senza se e senza ma, in maglia azzurra.



Guarda la Serie A TIM su DAZN. Attiva ora