1

Il capitano alza la cresta in vista di Inter-Napoli, tirata a lucido per una serata che domani potrebbe regalargli l’ennesimo sorriso di una stagione da record. Lì, a San Siro, quello che poteva essere il suo stadio se solo l’Inter avesse sfruttato un diritto di prelazione nel 2007, prima del suo passaggio dal Brescia al Napoli, e la società di De Laurentiis avesse poi accettato le continue lusinghe del Milan, praticamente una costante del calciomercato estivo. Alla Scala del calcio, Marek Hamsik guiderà il suo Napoli, fascia al braccio e a caccia di un gol per continuare a puntellare il suo nome nella storia del club azzurro. Lo slovacco domani sera si ritroverà allo stadio Giuseppe Meazza dove ha già giocato 19 volte da avversario, 17 delle quali con la maglia azzurra (2 col Brescia). Per lui sarà dunque la 20esima apparizione a San Siro, laddove però ha segnato solamente un gol degli 80 realizzati complessivamente in Serie A.

Come si legge sul “Roma”, la partita contro il Verona gli è valsa la presenza numero 397 con la maglia del Napoli, superando in questa speciale classifica Moreno Ferrario e diventando il terzo giocatore più presente di sempre in maglia azzurra (primo Giuseppe Bruscolotti con 511 partite, secondo Antonio Juliano a quota 505). Grazie alla performance contro gli scaligeri, inoltre, Marek Hamsik è diventato il miglior uomo assist del campionato - come si legge sul sito della Lega Serie A - con 23 ultimi passaggi di cui 5 vincenti.