Zielinski si è preso il Napoli. Il centrocampista polacco è ormai un punto fermo per gli azzurri, il livello delle sue prestazioni si è alzato esponenzialmente nel corso degli ultimi mesi. Piotr sa fare tutto: gol - ben due in campionato nelle prime tre uscite -, assist e una presenza costante al centro della manovra. È l'asso nella manica di Ancelotti,  perfetto per  il suo tipo di calcio, può giocare senza problemi con qualsiasi modulo e ricoprire tutti i ruoli. L'ex Empoli è seguito costantemente dagli scout dei migliori club europei.
 
LAVORI IN CORSO - Il Napoli non lascia, ma raddoppia. Da qualche settimana il direttore sportivo Giuntoli ha iniziato a parlare di rinnovo con l'agente del ragazzo, Bartolomej Bolek. L'idea sarebbe quella di allungare di una stagiona l'attuale scadenza del 2022 con un sostanzioso ritocco dell'ingaggio verso l'alto. Questo per cercare di scongiurare l'assalto di diverse società che hanno messo Zielinski nella lista della spesa in vista della prossima stagione. Centrale anche il discorso relativo alla clausola rescissoria da 65 milioni di euro ma valida solo per l'estero: il club azzurro vorrebbe alzarla notevolmente, fino a toccare almeno quota 100 milioni. 

PERICOLO KLOPP - Per un tuttocampista di 24 anni con queste qualità è normale avere gli occhi delle big europee addosso. L'anno scorso il Bayern Monaco ha mandato degli osservatori al San Paolo così come il Manchester City, ma è il Liverpool la società più interessata: Jürgen Klopp, secondo le ultime indiscrezioni raccolte da Calciomercato.com, è rimasto più volte ammaliato dalle prestazioni del nazionale polacco. Quasi impossibile pensare a una trattativa per gennaio, è un discorso che si può sviluppare la prossima estate, Napoli permettendo.