Meret 6: prima in maglia azzurra e primo intervento alla mezz'ora su un tentativo di Maiello di sorprenderlo dalla trequarti. Mai chiamato in causa, rischia lo svarione con Koulibaly e Luperto, ma senza conseguenze

Hysaj 6: spinge, ovviamente, meno di Ghoulam, si limita a tenere ben saldi gli ormeggi, senza lasciare mai scoperta la zona di competenza

Luperto 6.5: si lascia guidare da Koulibaly, sbaglia poco o niente e sfiora anche il gol in un paio di circostanze di testa, oltre a diverse buone chiusure. Non è un fenomeno, ma conferma che può essere alternativa nelle rotazioni.

Koulibaly 6: partita non difficile, ma da ogni contrasto esce sempre vincitore e, come sempre, prova anche qualche sortita. Un buon allenamento in vista di Liverpool

Ghoulam 7: all'esordio dopo 13 mesi di stop, dimostra una condizione eccellente, tra ricerca del lungo e tanti inserimenti. In avvio di ripresa, spreca una facilissima occasione, dopo un ottimo inserimento: viene prontamente rincuorato dal San Paolo. Firma l'assist da calcio d'angolo per il terzo gol di Milik ed il secondo per il poker definitivo

Ounas 6.5: ci mette tanta intensità anche nella prima pressione, esalta la platea del San Paolo con un paio di dribbling ubriacanti. Al 40', la rete: parte indisturbato, qualche metro per liberare un grandissimo mancino che firma il raddoppio. C'è l'influente deviazione di Ariaudo che, però, non toglie la bellezza del gesto. Esce per una botta alla spalla (dal 27' st Younes 6: terzo esordio stagionale di giornata. Dalla fuga al Frosinone, la sua è una storia da raccontare. Qualche buona giocata, come quella che apre la strada al quattro a zero)

Allan 6.5: Frosinone o Liverpool non fa differenza. Riesce sempre a stringere il campo, in aggiunta ci mette il lavoro in prima impostazione, sintomo di una crescita anche tecnica ormai completa
Hamsik 6: gioca più alto, lasciando ad Allan il compito di abbassarsi per raccogliere il primo scarico. Ancelotti gli chiede di dettare l'ultimo passaggio o, comunque, di velocizzare i tempi della manovra offensiva (39' st Diawara sv)

Zielinski 6.5: non esulta, ma si scrolla di dosso le critiche delle ultime settimane. Bella la sua girata in apertura di match che batte Sportiello. Poi, una gara fatta di tanti buoni tocchi, in un felice feeling con Ghoulam

Milik 7: il suo primo tempo poteva essere impreziosito dal 3 a 0 che solo un intervento perfetto e disperato di Capuano riesce ad evitare. Prima poca roba da sottolineare, tanto lavoro di sponda e poca visibilità in area. Nella ripresa cambia la musica: doppietta, altre occasioni costruite e quota sette in campionato come Mertens ed Insigne 

Insigne 6: la lucidità sul tocco per Zielinski che apre la partita dimostra perché Ancelotti lo ritenga così imprescindibile. Non gioca una gara indimenticabile, spreca anche una buona chance poco prima del 20' della ripresa (30' st Rog sv)

All. Ancelotti 6.5: gran turn over, tanti esordio, tutto facile. Il Liverpool vince 4 a 0, il Napoli fa lo stesso. Ritrova anche Ghoulam, Meret e Younes. E tiene, comunque, in vita una campionato. Insomma, il miglior prologo possibile per Anfield.