1
Questa sera il Napoli affronterà il Legia Varsavia in vista della terza giornata di Europa League. Gli azzurri hanno bisogno di trovare la prima vittoria in seguito ad un pareggio ed una sconfitta. Un risultato negativo pregiudicherebbe in maniera importante il passaggio del turno.

QUI NAPOLI - Spalletti lo sa bene e lo ha sottolineato più volte ieri in conferenza stampa dando un indizio tattico per il match: servirà giocare nello stretto, con velocità, per scardinare una difesa chiusa come quella polacca. Non saranno del match Zielinski (che recupererà domenica contro la Roma), Ounas e Malcuit, infortunati. Out anche Ghoulam e Marfella che non sono in lista UEFA. Spalletti potrebbe cambiare sette giocatori rispetto all'undici titolare che ha affrontato il Torino. A partire dal portiere, con una nuova chance a Meret. In difesa dovrebbe esserci nuovamente spazio per Manolas in coppia con Koulibaly, mentre sulle fasce Di Lorenzo e Juan Jesus. Quest'ultimo prende il posto dello squalificato Mario Rui ed è in vantaggio sul classe 2000 Zanoli. A centrocampo rifiaterà Anguissa, al cui posto giocherà Demme. A completare il reparto ci saranno Fabián Ruiz ed Elmas. Nel tridente offensivo dentro due novità rispetto a domenica. Si tratta di Lozano al posto di Politano e Mertens, che torna a vestire una maglia da titolare dopo sei mesi (l'ultima volta il 22 aprile contro la Lazio). Dall'out mancino il solito Insigne, alla ricerca del primo gol su azione e di una maggior serenità dopo gli errori dal dischetto.

IL LEGIA - I polacchi arrivano come la sorpresa di questo girone, dato che attualmente occupano la prima posizione a punteggio pieno (due vittorie su due contro Spartak Mosca e Leicester, entrambe per 1-0). Allo stesso tempo, però, il Legia Varsavia in campionato vive un bruttissimo momento: reduce da tre sconfitte di fila è quartultimo, due punti sopra la zona retrocessione. Nell'undici iniziale non ci dovrebbero essere grosse sorprese per la squadra allenata da Michniewicz, che si affida spesso al 3-5-2. Tra i pali sicuramente mancherà Boruc (ex Fiorentina), al cui posto giocherà Miszta. Difesa a tre con Jędrzejczyk, Wieteska e Nawrocki. Sugli esterni spazio a Johansson e Mladenovic, mentre in mezzo al campo si muoveranno Slisz, Kharatin e Martins. Coppia d'attacco composta da Luquinhas in supporto della prima punta Emreli.
NAPOLI (4-3-3): Meret, Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Juan Jesus; Fabian Ruiz, Demme, Elmas; Lozano, Mertens, Insigne. All. Spalletti

LEGIA VARSAVIA (3-5-2): Miszta; Jędrzejczyk, Wieteska, Nawrocki; Johansson, Slisz, Kharatin, Josue, Mladenovic; Luquinhas, Emreli. All. Michniewicz