Commenta per primo

Intercettato da Sky Sport al termine di Napoli-Atalanta, il tecnico partenopeo Walter Mazzarri ha parlato del ritorno al successo degli azzurri nel post-gara del San Paolo: “Il ritorno al successo è meritato, c’è stata sia la prestazione che il risultato. Abbiamo sofferto molto, l’Atalanta è una delle nostre bestie nere come Chievo e Bologna; inoltre è difficile per tutti affrontare i bergamaschi”.

Il ritorno al gol di Cavani? “Siamo stati molto vicini al ragazzo, ci ho parlato anche io delle voci sulla vita privata. Gli ho detto di stare tranquillo, Edi si è sempre allenato bene; è sempre concentrato, poi quello che accade a casa sono problemi personali che non devono riguardare altre persone”.

I gol subìti? “Noi non facciamo il fuorigioco, i ragazzi dovevano essere posizionati meglio. L’Atalanta ha superato la metà campo solo due volte, è un momento in cui ogni errore lo paghiamo a caro prezzo. I ragazzi si sono impauriti, all’intervallo li ho spronati a giocare senza pensare a nulla. Con la grande forza di questo gruppo, siamo finalmente riusciti a tornare alla vittoria”.

Il ritorno al gol di Pandev? “Ha disputato una grande gara, ha bisogno di campi in cui la palla gira benissimo. In inverno avevamo il problema del terreno di gioco, Goran sta bene da un po’ di tempo ma oggi sono felice del suo ritorno alla rete”.

Sfida al Milan per il secondo posto? “Siamo due grandi squadre, non puntiamo alla gara con i rossoneri. Abbiamo fatto lo stesso discorso contro la Juve e abbiamo lasciato punti per strada, ora bisogna concentrarsi per la sfida del prossimo week-end contro il Torino”.

L’espulsione nel finale di gara? “Non è arrivata per la protesta in merito al recupero. Ho avuto da ridire per una punizione dubbia, l’arbitro ha pensato di mandarmi negli spogliatoi. E’ successo, ora guardiamo avanti”.