Commenta per primo
Ospina 6.5: si riscatta, parzialmente, dopo l'errore costato la sconfitta all'Olimpico, parando il rigore a Iemmello. Poi, qualche buon intervento e tanta ordinaria amministrazione.

Hysaj 6: procura il discusso calcio di rigore con un intervento di mano visto e rivisto al Var che lascia ancora tanti dubbi sulle linee interpretative. Gattuso gli chiede di farsi vedere, si alterna con Mario Rui, ma senza la stessa incidenza. Nel complesso, gara sufficiente

Manolas 6.5: rigore a parte ed un colpo di testa di Falcinelli, lascia agli avanti del Perugia pochissimi spazi, nonostante una ripresa da andamento lento. Guida bene il reparto, mostrandosi pronto al doppio e probante impegno casalingo con Fiorentina e Juventus

Di Lorenzo 6: qualche conclusione Iemmello se la prende, ma non ci sono sbavature: con il ritorno di Koulibaly e Maksimovic, tornerà nel ruolo di terzino destro, dopo (tra qualche sbavatura e qualche buona prova) aver arricchito il suo bagaglio di difensore

Mario Rui 6.5: si procura il secondo calcio di rigore con una sua punizione. Molto positivo l'apporto alla manovra, scambia con continuità nella catena con Zielisnki ed Insigne, agendo da regista esterno della manovra partenopea

Elmas 6: da fiato ad Allan in una gara dove svolge con ordine la fase difensiva, abbassandosi con i tempi giusti e supportando Fabian. Si vede meno spesso di Zielisnki nella trequarti, anche se prova qualche incursione, soprattutto nella ripresa

Fabian 5.5: con gli arrivi di Demme e Lobotka, è agli sgoccioli la sua esperienza da play davanti la difesa. Contro il Perugia non concede particolari varchi centrali, anche se restano le difficoltà palesate, con qualche palla persa che fa arrabbiare Gattuso, anche se migliora nel posizionamento nelle due fasi. Esce per far spazio all'esordio di Demme (dal 20' st Demme 6.5: entra e riceve dopo pochi secondi il primo pallone da Insigne, in una sorta di benvenuto in campo dal capitano. Si piazza subito al centro della mediana, mostrando subito il giusto senso del posizionamento ed una buona visione, velocizzando l'azione del Napoli)

Zielinski 6.5: buon primo tempo, di raccordo tra centrocampo ed attacco. Si vede annullato un gol per off-side al termine della prima frazione: decisione giusta. Nella ripresa continua a giocare con un baricentro altissimo, a portare la prima pressione ed a dimostrarsi uno dei migliori della gestione Gattuso (dal 38' st Allan sv)

Lozano 5.5: l'uomo più atteso, nel primo tempo, si accende a strappi, trova qualche buono spunto, guadagnandosi il primo rigore. Ancora non è un fattore, ma i segnali di crescita sono incoraggianti, anche perché avrebbe meritato altri due penalty nella prima frazione, entrambi per falli di Nzita. Nella ripresa, però, quasi scompare dal campo e viene sostituito. Difficile, in questo momento, poter puntare su di lui: la svolta, anche nel 4-3-3 ancora non si è vista. Troppo poco per una sufficienza (dal 30' st Callejon sv)

Llorente 6: non ruba l'occhio nel primo tempo, ma riesce ad entrare nell'occasione del primo rigore e completa il gioco di sponda come si conviene ad uno della sua esperienza e stazza. Nella ripresa, con l'abbassarsi dei ritmi, si vede meno.

Insigne 7: riparte dalla doppietta nel primo tempo, riparte dalla conferma della prestazione dell'Olimpico, riparte dalle parole di Giuntoli (“Stiamo ricominciando a pensare e a giocare a calcio) riparte per cancellare la gestione Ancelotti, riparte dal suo ruolo, quello di esterno alto del 4-3-3. Uno dei migliori nell'arco di tutta la gara, anche con tanta gamba, tanta voglia di mettersi alle spalle un periodo molto difficile.

All. Gattuso 6.5: la vittoria al San Paolo mancava da più di un mese, dal 10 dicembre, dalla gara contro il Genk, l'ultima di Ancelotti sulla panchina del Napoli. Tante difficoltà, qualche progresso gara dopo gara, molta sfortuna ed ora il passaggio ai quarti di finale. La sua gestione inizia a vedersi, gli innesti in mediana possono dare un contributo importante.


PERUGIA
Fulignati 6

Sgarbi 5.5

Gyomber 5.5

Falasco 5.5

Rosi 6

Falzerano 6

Carraro 5.5 (dal 26' st Konate 6)

Buonaiuto 5 (dal 10' st Dragomir 5.5)

Nzita 5.5

Falcinelli 6

Iemmello 5.5 (dal 17' st Melchiorri 5)

All. Cosmi 6