Il Napoli di Sarri sogna in grande in questa stagione, in piena corsa per scudetto ed Europa League e presto nuovamente protagonista in Coppa Italia. Ma per continuare ad alimentare le speranze della piazza di vivere fino alla fine un'annata in grande stile c'è bisogno di dare un segnale anche nel mercato di gennaio, quello in cui le occasioni a disposizione sono poche ma che talvolta possono regalare il colpo a sorpresa che genera la svolta. Lo scorso anno fu Gabbiadini, quest'anno potrebbe il centrocampista classe '93 del Valencia e della nazionale portoghese Andrè Gomes (foto insidespanishfootball.com), che secondo Il Corriere dello Sport è l'obiettivo principale per rinforzare la mediana azzurra.

DAL PORTO AL BENFICA - L'acquisto dall'Empoli di Valdifiori non ha reso secondo le aspettative e il pur positivo Jorginho non può bastare in un ruolo nevralgico come quello di regista davanti alla difesa e il profilo a cui sta pensando il presidente De Laurentiis è di quelli importanti, un giocatore ancora giovane e con margini di crescita (è un classe 1993) ma con un'esperienza europea già consolidata. Cresciuto nei settori giovanili di Porto e Boavista, è nel Benfica che Andrè Gomes esplode, entrando nel giro della prima squadra già nel 2012 a 19 anni e risultando uno dei protagonisti nella cavalcata delle Aquile fino alla finale di Europa League di Torino del 2014, persa ai rigori contro il Siviglia. Fa in tempo a vincere campionato e coppa di Portogallo, prima di essere portato al Valencia in prestito con diritto di riscatto a 15 milioni di euro dal noto agente Jorge Mendes.
CENTROCAMPISTA COMPLETO - Con la maglia degli spagnoli la definitiva consacrazione diventando uno dei riferimenti del tecnico Nuno Espirito Santo, contribuendo alla riconquista di un posto in Champions League con 4 reti in 33 partite prima di fermarsi per un grave problema muscolare che lo ha costretto all'operazione e ad uno stop di 4 mesi. La scorsa estate, il Valencia lo ha riscattato al fondo di investimento Meriton Holdings (a cui il Benfica lo aveva precendemente ceduto) e gli ha rinnovato il contratto fino a giugno 2020. Quest'anno, proprio a causa dei postumi dell'intervento del maggio scorso è sceso in campo solo dieci volte da titolare tra campionato e coppa e l'eliminazione degli spagnoli dalla fase a gironi di Champions può aprire più di uno spiraglio per quelle squadre interessate ad un calciatore estremamente completo, dotato di forza fisica, dinamismo, visione di gioco e tempi di inserimento per andare a cercare la porta avversaria.

Andrea Distaso