69
Ci sono alcune parole chiave che descrivono il momento del Napoli: paura, squilibrio, serenità, convinzione, rischio. Dal novero, giusto concordare con Gattuso, va eliminato il lemma legato alla sfortuna, perché non va scomodata quando tiri 33 volte e fai un solo gol: la colpa è di chi non la butta dentro, sfoderando anche un elevato numero di tiri buoni solo a non far percepire l’umidità a Gigi Sepe, portiere napoletano del Parma. Doveroso, invece, ripartire da quelle che sono le key-word di un momento che avvicina il Napoli ai piani bassi della classifica, con la zona Champions che è visibile solo con un cannocchiale piuttosto potente.

DECLINAZIONI - Non solo c’è la necessità di ripartire dalle parole chiave, ma anche di declinarle nel modo corretto. Perché la paura è quell’aspetto dominante delle menti di tutti coloro vivono la quotidianità della Società Sportiva Calcio Napoli. Ha avuto paura De Laurentiis quando ha deciso, a malincuore, di rinunciare ad Ancelotti, ha paura il gruppo, che sente tutto il peso della mancanza di vittoria, che si sente in uno di quei tunnel che, nel calcio, hanno spesso portato a stagioni devastanti. Non sembra abbia paura Gattuso, che ha sfoderato una grande lucidità nel post-gara, ma la paura di non riuscire lì dove ha fallito il padre calcistico Ancelotti può diventare concreta se anche col Sassuolo non dovesse arrivare un risultato positivo. Poi, c’è lo squilibrio: quello che nasce da diversi fattori. Una rosa male assortita in mediana, ad esempio e che richiede un innesto all’apertura stessa della finestra di mercato invernale. Lo squilibrio sul terreno di gioco, figlio di un progetto tattico naufragato e che ha lasciato in dote scorie pesanti da smaltire, su tutte un fraseggio troppo lento per le caratteristiche della rosa partenopea. Poi, c’è lo squilibrio nei rapporti tra la società, i calciatori ed i tifosi: le multe e le curve assenti sono aspetti che pesano e che De Laurentiis deve avere la forza ed il coraggio di equilibrare.

CONVINZIONE - Gattuso proverà ad instillare, goccia a goccia, convinzione, voglia di rischiare, serenità nella giocata. Parte del suo successo dipenderà dalle determinazioni presidenziali, l’altra parte dipende dalla sua capacità di far tornare convinzione a questa squadra.