Nonostante il nuovo infortunio al quinto metatarso del piede destro, che lo terrà lontano dai campi per almeno 2 mesi, l'asso del Paris Saint Germain Neymar prova a non perdere il sorriso e a restare positivo e anche quest'anno ha festeggiato come meglio ha potuto il suo compleanno. Festa privata con 200 invitati in un noto locale parigino, in compagnia dei suoi amici più stretti, dei compagni di squadra (da Dani Alves a Buffon, passando per Paredes, Di Maria, Verratti, Mbappé, Cavani e tutti gli altri) e dell'allenatore Thomas Tuchel. 

Bob Sinclair e il cantante brasiliano Wesley Safadao hanno animato la serata, in attesa del fatidico momento dell'arrivo del festeggiato, a bordo di un van e sostenuto da un paio di stampelle. Una volta dentro il locale, Neymar ha poi preferito accomodarsi su una sedia a rotelle sulla quale ha cantato e ballato come se nulla fosse. Non sono mancate nemmeno le lacrime, quando il campione del PSG ha tenuto il classico discorso di ringraziamento dal palco: "Sto vivendo un momento complicato al 100%. Per un atleta, essere in stampelle è dura, ma ce la farò. Quello che desideravo di più come regalo oggi era un quinto metatarso nuovo di zecca, per combattere un campo e fare quello che amo di più, giocare a calcio".