6
Torna a parlare Neymar. A margine del torneo di calcio a 5 organizzato dal suo istituto di beneficenza a Praia Grande in Brasile, l'attaccante del PSG spiega: "Non sono né un supereroe né un idolo perfetto. Ho anche i miei momenti brutti, in cui voglio andare a casa e nascondermi per stare con i miei amici e la famiglia. Non sono un supereroe che sopporta tutta la pressione del mondo. Faccio uno sforzo perché so cosa sono diventato, non solo per la mia famiglia e mio figlio ma per la maggior parte dei bambini che sono qui. So di avere un'enorme responsabilità e voglio agire nel miglior modo possibile. Sii sempre onesto, questa è la cosa più importante".