14
Secondo quanto si apprende dal sito de L'Equipe, l'attaccante di proprietà del Milan, ora in prestito al Montpellier in Ligue 1, M'Baye Niang chiede alla sua attuale squadra di restare anche il prossimo annno: "Questo club è una famiglia e io voglio ripagare la fiducia che ha riposto in me. Ho otto partite per convincere tutti".

IN PRESTITO - Niang, sotto contratto col Milan sino al 2017, era arrivato al Montpellier a gennaio in prestito secco: dopo 16 presenze, senza mai trovare la via del gol in Serie A, al Montpellier ha collezionato 14 partite segnando 4 reti (coppa di Francia compresa).
La volontà dell'attaccante francese, classe '93, di restare in Ligue 1, molto probabilmente andrà a scontrarsi con quella del presidente del club Louis Nicollin, che all'inizio di marzo ai microfoni dell'emittente radiofonica France Bleu Hérault, aveva dichiarato: "Prolungare il suo prestito? Non è mai stata un'ipotesi contemplata. Non penserete mica che sia matto? Non è un giocatore che fa per noi. Se voi pensate che sia un calciatore che fa la differenza, buon per voi, ma io non la penso così, soprattutto dopo l'incidente della Ferrari".
INCIDENTE STRADALE - L'avventura di Niang al Montpellier non era partita nel migliore dei modi: lo scorso 2 febbraio infatti, ad appena un mese dal suo trasferimento in Francia, è stato protagonista di un incidente alla guida della sua Ferrari. Il giocatore successivamente è stato condannato a una pena di 18 mesi con la condizionale più la sospensione di 3 anni della patente per guida spericolata, superamento dei limiti di velocità e passaggio col semaforo rosso. Come aggravanti, il fatto di non essere in possesso della patente di guida, di aver negato di essere al volante e di aver abbandonato il luogo senza essersi prima accertato di aver causato danni a terze persone. Per questo episodio, Niang rischiava fino a 5 anni di reclusione.