372
Doccia fredda, anzi gelata per l'Inter, che vede sfumare l'obiettivo principe di questa estate di mercato: Edin Dzeko. La strategia attendista utilizzata con Lukaku, che alla fine ha dato ragione a Marotta, non è stata altrettanto fruttuosa nel caso del gigante bosniaco, perché la Roma ha approfittato dei tentennamenti dei nerazzurri per convincere Dzeko a restare. La grande voglia di proseguire insieme dimostrata dalla società ha fatto la differenza nella scelta del giocatore, che ha deciso di sposare ancora una volta Roma e la Roma.

E ORA? - Se i giallorossi hanno sistemato la situazione più spinosa dell'estate con una giocata di livello, ora la patata bollente passa nelle mani dell'Inter che nonostante l'entusiasmo portato da Lukaku, continua ad avere evidenti lacune nel reparto avanzato. Almeno un colpo dovrà essere fatto e sarà difficile trovare un giocatore con le qualità del bosniaco, che da tempo è nella lista dei desideri di Antonio Conte. Dal club però fanno sapere che non c'è alcun tipo di fretta o frenesia: il tempo c'è e il mercato può sempre regalare sorprese, soprattutto in un periodo caldo come questo.

LE ALTERNATIVE - I nomi sul taccuino dell'Inter, depennato quello di Dzeko, restano diversi. Ante Rebic, attaccante polifunzionale dell'Eintracht Francoforte, valutato 40 milioni di euro, è una possibilità di mercato, anche se per il momento non convince fino in fondo. Discorso simile per Fernando Llorente, attualmente svincolato, che può essere una soluzione low cost nel caso dovessero fallire anche gli altri obiettivi prioritari

MILIK - Decisamente più gradito alla dirigenza è il profilo di Milik, attaccante polacco del Napoli che il club azzurro sarebbe pronto a sacrificare pur di arrivare una prima punta di livello internazionale. In questo caso lo scenario può essere quello di uno scambio con Mauro Icardi; l'ostacolo resta però la volontà dell'attaccante argentino che non ha mai aperto alla possibilità di trasferirsi alla corte di Carlo Ancelotti ma, come detto, in questa fase è difficile prevedere quelle che saranno le occasioni di mercato che si apriranno. 

DYBALA - Ecco perché prende sempre più quota la possibilità che l'Inter lanci un affondo deciso con la Juventus sul fronte Dybala. Le esigenze di bilancio della Juve e la volontà di Icardi (con lo stesso giocatore che continua a spingere per trasferirsi in bianconero) potranno essere decisive col passare delle settimane per convincere i bianconeri ad aprire a questo clamoroso scambio. E' chiaro che anche dal punto di vista mediatico, Dybala rappresenterebbe un vero e proprio successo per l'Inter, che tramite Beppe Marotta continua a sognare la coppia Dybala-Lukaku. Certo, Paulo non è Dzeko per qualità e caratteristiche, ma sarebbe un eccellente piano B. Forse molto più di un piano B.