Commenta per primo

 

Antonio Nocerino, uno dei protagonisti della passata stagione, è stato intervistato da Milan Channel e ha toccato svariati argomenti: “Faccio più di 100 chilometri ogni giorno, tra andata e ritorno, per venire a Milanello e Milano mi piace molto. La prima cosa che ho visto è il Duomo, un monumento stupendo dell’Italia. Ho seguito la presentazione di Ibra a Parigi sotto la Tour Eiffel, ma sono sicuro che qui a Milano non gli è mai mancato niente. E’ un vincente come Nedved, con un carattere forte ma nel privato non è assolutamente la persone che si dice, anzi è un buono: ha una moglie e due figli splendidi. Il Milan è una famiglia, qui sto benissimo perché devo solo pensare a giocare. Non sono sorpreso dalle parole di Ibra sul possibile ritorno al Milan, è normale che gli manca perché i rossoneri hanno sempre fascino”.
In questo inizio di campionato il Noce ha trovato poco spazio: “Se non gioco non posso migliorare, l’allenamento non basta. Un giovane ha sempre bisogno di giocare, io che sono ambizioso non posso essere contento della panchina. E’ un momento difficile, ma la fortuna bisogna andarsela a prendere. Le critiche nei nostri sono state eccessive, sono cambiate nel corso di pochissimo tempo”.