16
OLANDA
Stekelenburg 6: chiamato in causa raramente, risponde sempre presente e non può nulla sul super tiro a giro
Dumfries 7,5: in fase di spinta non si ferma mai e sebbne abbia sulla coscienza qualche errore di troppo sottoporta è sui il gol vittoria nel finale con quella che non è neanche la specialità della casa, il colpo di testa.
Timber 6,5: impatto postivissimo per il classe 2001, ma l'Ucraina lo aiuta dato che dal suo lato non attacca quasi mai (dall'88' Veltman sv)
De Vrij 6,5: mancano Van Dijk e De Lig, ma a larghi tratti non si vede. Finché Blind lo assist gestisce spazi e ritmi, aiutando anche il baby Timber. Con l'ingresso di Aké perde un po' le distanze.
Blind 6,5: in difficoltà per larga parte del primo tempo, cresce nella ripresa e dal suo lato non si passa più (dal 64' Aké 6: Concorso di colpe con Wijndal sul super gol di Yarmolenko, suo l'assist per il 3-2).
Van Aanholt 5,5: soffre tantissimo le folate di Yarmolenko. Nella ripresa gli avversari calano e lui trova più serenità, ma non basta (dal 64' Wijndal 5,5 De Boer lo sceglie per contenere al meglio Yarmolenko, ma in collaborazione con Akè è dal suo lato che arriva il gol del 2-1 che riapre la partita).
De Roon 6: centrocampista ombra, sai che c'è e che dà ordine in mezzo al campo, ma in realtà non si vede mai.
Wijnaldum 7,5: quando si accende lui l'Olanda diventa pericolosa. Si muove fra gli spazi, serve assist e non a caso è lui a trovare la via del gol dell'1-0
F. De Jong 7: uomo ovunque capace di creare e distruggere, entra in tutte le azioni d'attacco degli Oranje. È lui la vera mente della squadra.
Depay 6: doveva essere la stella di questa gara, ma dopo una splendida folata iniziale di 50 metri palla al piede non riesce più a farsi trovare fra le linee e sparisce dall'azione (dal 91' st Malen sv)
Weghorst 5,5: davanti si vede poco e, oggettivamente, sembra un pesce fuor d'acqua in una squadra a cui piace non dare punti di riferimento. Bravo a farsi trovare pronto sul gol, ma è lui che si perde Yaremchuk sul 2-2 dell'Ucraina (dall'88' de Jong sv)
All. De Boer 5,5: al 64' ribalta la fascia sinistra e da lì arriva la svolta... in favore dell'Ucraina. Peccato, perché l'Olanda era in controllo fino a quel momento.
UCRAINA
Bushchan 4,5: 
davanti a lui si balla e nel primo tempo regge oltre i suoi limiti. Nella ripresa però sbaglia due volte e per due volte viene punito da due gol pesantissimi.
Karavaev 6: attento sulle diagonali difensive, un po' troppo bloccato in difesa.
Zabarnyi 6: fa a sportellate con Weghorst per tutta la gara e nel duello non sfigura.
Matviyenko 5: inspiegabile il tentativo di prendere fallo in area piccola in occasione del 2-0 dell'Olanda. Rovina così una gara tutto sommato positiva.
Mikolenko 5: da matita rossa l'errore che concede all'Olanda la ripartenza per il gol dell'1-0
Zinchenko 5,5: prova ad ergersi a leader della squadra, ma da centrocampista centrale fatica ad innescarsi. È lui a perdersi Dumfries sul gol del 3-2..
Sydorchuk 5: balla in mezzo fra Wijnaldum e De Jong senza capirci quasi niente.
Malinovskyi 5: ha tanta fiducia nei suoi mezzi, forse troppi perché spesso e volentieri prova la giocata giusta al momento sbagliato e viceversa. Dov'è finito il folletto esaltato da Gasperini?
Yarmolenko 7: parte fortissimo e sembra un'iradiddio sulla destra, nella ripresa cala e se non si accende lui l'Ucraina non va.
Yaremchuk 6,5: De Vrij lo asfissia per tutta la gara, ma quando può si attiva con colpi di tacco a smarcare i compagni e il gol del 2-2 di testa da bomber vero.
Zubkov sv (13' pt Marlos 4: Come se non fosse entrato, non lascia traccia e costringe Shevchenko a toglierlo (dal 64' st Shaparenko 6 Dà più brio in attacco e l'Ucraina accelera con lui)).
All. Shevchenko 6 Parte forte, prova a mettere pressione all'Olanda e ci riesce, ma al primo tiro subito si spaventa e arretra la squadra di 20 metri lasciando il pallino del gioco agli Oranje. I suoi big, Yarmolenko a parte, lo tradiscono, ma lui ribalta la gara prima della beffa nel finale