438
L'ultima giornata della fase a gironi di Champions League ha dato tutti i suoi verdetti, o quasi: eccezion fatta per lo scontro diretto tra Villarreal-Atalanta per il secondo posto del gruppo F, sono note le squadre che prenderanno parte agli ottavi di Champions League. Non ci sarà il Milan, che ha chiuso all'ultima piazza il girone della morte con Liverpool, Atletico e Porto, non ci sarà clamorosamente neanche il Barcellona, retrocesso ai playoff di Europa League con il Benfica a fare festa dietro al Bayern Monaco (i blaugrana non uscivano ai gironi di Champions dal 2000/01). Ci saranno invece certamente Juventus e Inter, rispettivamente prima nel gruppo H (davanti al Chelsea) e seconda nel gruppo D (alle spalle del Real Madrid), e le due squadre si presentano all'urna di Nyon (lunedì ore 12) con prospettive decisamente diverse.

JUVE, UN SOLO INCUBO - L'incredibile 3-3 dello Zenit in pieno recupero con il Chelsea ha regalato ad Allegri un primo posto insperato e che permette ai bianconeri di guardare con cauto ottimismo al sorteggio. Di fatto, con i Blues che non potranno essere pescati in quanto avversari nel girone, c'è una sola squadra da ritenere vero e proprio spauracchio: il Paris Saint-Germain, la squadra che tutte le teste di serie (tranne il City che l'ha già affrontato) vorrebbero evitare. Pescate decisamente più morbide sarebbero invece il Benfica, il Salisburgo, eventualmente il Villarreal e soprattutto lo Sporting. E l'Atletico Madrid? Sulla carta la squadra di Simeone avrebbe tutto per essere temuta, ma quanto mostrato nel girone, soprattutto nella sconfitta interna con il Milan, lascia intendere che la corazzata di pochi anni fa sia solo un ricordo e che ora i colchoneros abbiano più di una crepa da sfruttare: 4 stelle di difficoltà, ma con riserva.

INTER, QUANTI PERICOLI - Decisamente diverso il discorso per l'Inter di Inzaghi, che agli ottavi dovrà fare a meno di Barella certamente per la gara di andata per squalifica (da vedere per il ritorno in base al referto dell'arbitro) e ha un ampio pool di super rivali da pescare. A partire dal trio da paura Bayern Monaco, Liverpool (entrambe a punteggio pieno nei gironi) e Manchester City: questi i tre avversari più temibili e che probabilmente Inzaghi e giocatori si risparmierebbero almeno agli ottavi. Più abbordabile il Manchester United, che ha sì Ronaldo e altri campioni assoluti come Bruno Fernandes e Pogba, ma è incostante nel rendimento e sta cambiando pelle con l'arrivo di Rangnick. Le pescate più 'morbide' per i nerazzurri sarebbero il Lille, uscito vincitore dalla royal rumble finale del gruppo G, e l'Ajax dominatore del gruppo C (punteggio pieno). Avversari sulla carta più abbordabili ma da non sottovalutare soprattutto per il potenziale offensivo: i francesi hanno dalla loro il bomber canadese Jonathan David (seguito peraltro proprio dall'Inter) ma probabilmente perderanno Jonathan Ikoné (che ha un'intesa con la Fiorentina), gli olandesi invece hanno si affidano a Sebastien Haller, capocannoniere di questa Champions con 10 gol, a segno in tutte e sei le gare della fase a gironi. Criteri che poi si applicherebbero anche all'Atalanta in caso di qualificazione, con un'unica differenza: la squadra di Gasperini non potrebbe pescare lo United (già affrontato nel girone) ma potrebbero doversela vedere con il Real Madrid, che con Ancelotti sta tornando a brillare trascinato dall'esperienza dei veterani Benzema-Kroos-Modric e dalla qualità travolgente di Vinicius.

TESTE DI SERIE E COEFFICIENTE DI DIFFICOLTA'

Ajax ***
Bayern Monaco *****
Manchester City *****
Liverpool *****
Manchester United **** (non potrebbe incontrare l'Atalanta)
Real Madrid **** (non può incontrare l'Inter, potenzialmente l'Atalanta)
Juventus
Lille ***
NON TESTE DI SERIE E COEFFICIENTE DI DIFFICOLTA'

Paris Saint-Germain *****
Sporting **
Inter
Atletico Madrid ****
Chelsea ***** (non può incontrare la Juve)
Benfica ***
Salisburgo ***
Villarreal***/Atalanta

IL SORTEGGIO - Il sorteggio degli accoppiamenti per gli ottavi andrà in scena lunedì 13 dicembre (ore 12) a Nyon, nella sede della Uefa. Le squadre teste di serie (qualificate come prime) giocheranno il ritorno in casa. Secondo i criteri, agli ottavi non si possono incontrare squadre della stessa nazione o dello stesso girone. L'andata degli ottavi si giocherà tra il 15 e il 22 febbraio, ritorno tra l'8 e il 16 marzo. Eliminata la regola del gol in trasferta che può valere doppio, le partite che nel doppio confronto restano in parità per numero di gol segnati tra casa e trasferta andranno ai tempi supplementari e in caso di ulteriore pareggio si andrà ai calci di rigore.


QUALE AVVERSARIO VORRESTE EVITARE DI PESCARE PER GLI OTTAVI DI FINALE? DITECELO RISPONDENDO AL NOSTRO SONDAGGIO!