Commenta per primo

Santiago Garcia è in cerca di soddisfazioni. Quelle che non ha ottenuto col Rosario Central appena retrocesso in Primiera B Nacional cercherà di prendersele con un trasferimento da sogno. Dalla B argentina all'Europa League. Nei prossimi giorni può arrivare Santiago Garcia, 21 anni ancora per pochi giorni (l'otto luglio ne compie 22), sbocciato pochi mesi fa nel Rosario che annaspava cercando di salvarsi da playout e retrocessione.

E invece la prima stagione di Garcia è finita tra le lacrime lo scorso 23 maggio. Clamoroso (il Rosario vanta quattro titoli in bacheca) 0-3 casalingo con l'All Boys ai playout e addio serie A. L'apporto di Garcia è stato comunque positivo tanto da scomodare molti osservatori di squadre europee, ad aprile al Gigante de Arroyito (lo stadio del club gialloblù) si dice ne sia arrivato uno della Roma.

Santiago piace perché è risultato molto abile come terzino sinistro sia in fase difensiva che in quella offensiva, molto veloce nonostante i 191 centimetri d'altezza e pericoloso in zona gol sulle palle inattive. Il fisico può e deve migliorare, ma il pass per il calcio europeo sembra ormai certo per questo giocatore. Eppure è esploso solo quest'anno, abbastanza tardi per gli standard di un calcio, quello sudamericano, che vede molti ragazzi diventare 'fenomeni' già a sedici-diciassette anni. Per lui invece solo gavetta fino alla promozione tra i grandi ottenuta negli ultimi mesi.

(La Gazzetta dello Sport - Edizione Sicilia)