1
L'attaccante del Palermo Alberto Gilardino ha parlato a Sky Sport dopo la vittoria sul campo del Frosinone.

Non sarà il gol più bello della tua carriera, ma è uno dei più importanti?

"Sì, per questa stagione forse sì. Abbiamo dimostrato di essere vivi, non ho più voce perché questa partita per noi contava tanto e complimenti ai miei compagni, per quello che abbiamo fatto, perché oggi abbiamo dimostrato di avere le palle. Siamo vivi e questa è la cosa più importante. Ci aspettano altre finali, ma l’importante era vincere oggi, su un campo difficile, e ce l’abbiamo fatta".

Oggi avete dato una risposta a chi diceva che questo Palermo non aveva un’anima?

"Sì, oggi credo che abbiamo sofferto tantissimo, non vincevamo da tante partite e oggi abbiamo dimostrato di avere un’anima, un carattere, soprattutto per i tifosi palermitani che ci hanno seguito fino a qui e per tutta Palermo, che spero domenica riempia lo stadio “Barbera”, perché abbiamo bisogno di loro".

Ha vinto un po’ l’anima italiana di questa squadra? Non solo Gilardino, ma anche Sorrentino e Maresca?

"Siamo molto felici di aver dato una risposta sul campo, dopo tante parole, di tanta gente, sui giornali e sulla stampa. Parlano tutti in questo periodo: ex allenatori, ex giocatori, tutti che commentano. Noi volevamo dimostrare sul campo che siamo ancora vivi, nonostante i nostri 30 anni e oltre, però combattiamo, lottiamo su ogni pallone e facciamo gol".