Commenta per primo

Per certificare il battesimo di nuovo Maicon, di tempo ce ne vuole. Perché Matias Aguirregaray ha qualità indiscutibili di cui tutti si accorgono assistendo agli allenamenti. I sudori della settimana, però, non sono la stessa cosa di quelli della domenica: in partita cambia l'intensità e aumenta la tensione. L'esterno uruguaiano, per il momento, non si è ancora inserito.

Mangia gli ha dato solo una possibilità, a gara in corso, contro il Cagliari. Il numero 13 si è impegnato correndo tanto, ma a vuoto. Il problema è trovargli una collocazione tattica adeguata. Più che un alter ego di Pisano - molto più difensore che non fluidificante - Aguirregaray sembra una buona alternativa per fare l'esterno di centrocampo. Ma la concorrenza non manca: infortunatosi Alvarez, Bertolo ha fatto la parte del leone conquistandosi il posto. E per adesso non è semplice cambiare le gerarchie.