Commenta per primo

Alla vigilia del match con il Novara, il tecnico del Palermo, Bortolo Mutti, parla in conferenza stampa.

Per quanto riguarda gli avversari, Mutti spiega: "Troviamo una squadra che si gioca non dico tutto, ma gran parte delle loro possibilità di permanenza in A. Vengono qui per dare una svolta al loro campionato. Dal canto nostro noi dobbiamo continuare il nostro cammino. Tutti si stanno riorganizzando, anche il Novara che è molto attivo sul mercato ma anche in campo. Sa di poter dare oggi una svolta alla stagione. Farci ingannare dalla classifica di oggi sarebbe un errore"..

Poi, sul mercato e sulle sue conseguenze: "Pinilla? La sua partenza è stata dettata anche da alcune situazioni di affollamento. Però il nostro presidente è sempre molto vigile e quindi non so, potremmo rimanere così ma potrebbe anche arrivare qualcuno. Anche per Pinilla è così, è la situazione ideale anche per lui, ha avuto questa fase problematica e trovare ambiente e stimoli nuovi può essere molto importante. Pinilla non era a suo agio a livello psicologico. In questo mese di lavoro ho trovato un ragazzo disponibile, solo ha avuto qualche problema con la moglie, però in questi quindici-venti giorni ha lavorato. Non saprei a livello personale cosa può avere scalfito questa situazione psicologica. Magari anche qualche difficoltà tecnica a confermare quanto di buono fatto l´anno scorso Noi puntiamo molto su Hernandez, ma abbiamo anche Vazquez e Zahavi che possono aiutare il reparto offensivo, oltre a Mehmeti che dobbiamo fare ambientare".
 
Infine, sulla cessione di Cetto: "Si sentiva un po´ trascurato e ha preferito di andare a giocare. E´ stato un qualcosa di giusto anche dal punto di vista umano. E´ la situazione ideale anche per lui, ha avuto questa fase problematica e trovare ambiente e stimoli nuovi può essere molto importante".