1
Il dg del Palermo, Giorgio Perinetti, parla a Sky dopo la sconfitta interna col Siena: "Il pubblico ci ha sostenuto per quasi tutta la gara e la contestazione finale è figlia della sconfitta e di una stagione molto deludente e al di sotto delle aspettative nostre e loro. Questa è state l'ennesima partita casalinga in cui dimostriamo l'incapacità di portare a casa un risultato positivo. Ho sentito il presidente che sta analizzando ora la partita. È un combattente di razza e difenderà la sua creatura anche dopo un'annata così negativa. Il Palermo ripartirà con lui e proverà a risalire la china cercando di rimediare agli errori che abbiamo commesso nel corso di questa stagione ed è per questo che io sono qui. Troppi cambi in panchina? Zamparini non è l'unico presidente che cambia spesso gli allenatori ed è una tendenza da cambiare e un sistema che secondo me non va bene visto che siamo in buona compagnia. Quest'estate non sono stato convincente col presidente su certe scelte, poi a gennaio è cambiato tanto e io l'ho accettato: siamo in molti ad aver fatto degli errori in questa stagione".
 
Perinetti aggiunge: "Io sono un dirigente e un tifoso di questa squadra e sono affranto doppiamente per come stanno andando le cose. Dobbiamo affrontare questo finale di campionato con rispetto per tutti, a cominciare dal rispetto per questa maglia, cercando di fare meglio e provando a risalire in classifica o quantomeno a finire con dignità. Abbiamo dei limiti anche caratteriali e questa stagione ci ha segnato mentalmente. Oggi il Siena ha fatto la sua partita e vinto con merito nonostante qualche episodio fortunato".