20

Maurizio Zamparini non si arrende. Si fara' di tutto per salvare il Palermo dalla retrocessione ma se cio' non dovesse accadere il patron rosanero promette l'immediato riscatto. ''Palermo in B? Sono cose che possono succedere - afferma il patron rosanero a La Zanzara su Radio 24 - Significa che risaliremo, nella vita ci sono gli alti e i bassi, non si puo' sempre vincere''. Zamparini oggi e' stato contestato da una parte della tifoseria per aver cacciato via l'amministratore delegato Pietro Lo Monaco. ''A Palermo mi vogliono bene, mi fermano per strada e mi invitano a rimanere - continua - Sicuramente qualche sputo te lo prendi, ma tutto finisce li. Se retrocediamo, come e' successo alla Sampdoria, torneremo subito in serie A, ma io sono convinto che ci salveremo''.

17.00 Dura contestazione a Maurizio Zamparini, a Palermo, nel giorno dell'ufficialità di Alberto Malesani come nuovo tecnico e dell'addio dell'ad Pietro Lo Monaco. Come riferisce Sky Sport 24, una ventina di esagitati ha preso a calci e sputi l'automobile del presidente rosanero. Nella decennale esperienza di Zamparini e Palermo, è la prima volta che il patron è oggetto di una contestazione così pesante. 

14.15 Il Palermo Calcio comunica di avere affidato la guida della Prima squadra ad Alberto Malesani. Il tecnico, nato a Verona il 5 giugno 1954 (clicca qui per i dati statistici), sta dirigendo il suo primo allenamento in rosanero.

Malesani verrà presentato alla stampa domani mattina al "Tenente Onorato" di Boccadifalco, al termine dell'allenamento della squadra.

14.25 Nonostante la società non l'abbia ancora annunciato ufficialmente, Alberto Malesani parla gia' da allenatore del Palermo. Il tecnico questa mattina ha incontrato il presidente Maurizio Zamparini allo stadio Renzo Barbera e si appresta a dirigere l'allenamento nel pomeriggio. 
 
"La salvezza e' possibile - ha detto Malesani - mancano ancora tante partite. Il Palermo ha cambiato tanto, il gruppo si deve ancora amalgamare, questo credo che sia l'aspetto piu' difficile. Parlero' con i giocatori e cercherò di motivarli. Dalle cose difficili nascono grandi imprese. Con Zamparini abbiamo fatto un'analisi della situazione. Faro' tesoro delle sue indicazioni e poi speriamo che venga fuori un gruppo. Dobbiamo fare finta di ripartire da zero" (Repubblica.it).

E' rivoluzione vera in casa Palermo. Dopo l'esonero di Gianpiero Gasperini, il secondo tecnico rosanero a saltare dopo Beppe Sannino, Maurizio Zamparini ha deciso di liberarsi anche del suo amministratore delegato Pietro Lo Monaco. L'ex direttore sportivo di Genoa e Catania ha da poco lasciato gli uffici di Viale del Fante, dove ha incontrato Zamparini per sancire ufficialmente il suo addio. All'uscita ha incontrato i giornalisti presenti: "Mi sono dimesso. Ho parlato con Malesani per presentargli gli ultimi acquisti che sono arrivati a Palermo".

"Sono molto dispiaciuto - ha detto l'ormai ex ad oggi all'uscita dallo stadio Barbera -. Mi resterà nel cuore la bellissima cornice di pubblico, così come la passione dei palermitani. Anch'io ho messo altrettanta passione in questi mesi. Era una decisione inevitabile, abbiamo deciso di interrompere il rapporto. Conta soltanto la salvezza del Palermo. Ci sono state delle divergenze, la decisione del ritiro e del nuovo allenatore e' stata presa dal presidente in piena autonomia, senza alcun consulto".