Commenta per primo

Il portiere radiato dopo il caso calcioscommesse: "Mi mancano i compagni e un futuro".
Vino rosso, cotolette e nostalgia: la domenica over di Paoloni.
"E' giusto che paghi, ma non ho messo io il sonnifero nel dei miei compagni: ci voleva un prestigiatore".
"Dal giorno dell'arresto non faccio mezzora di corsa, in carcere i detenuti mi venivano a prendere per giocare".
Domani: "Non ho un'idea. Quando uno gioca, sa fare solo quello. Per ora vado in una tv locale a fare l'opinionista sulla Roma".