68
Dejan Kulusevski segna e incanta il pubblico del Dall'Ara. Il Parma pareggia 2-2 con il Bologna, ma l'esterno ruba ancora una volta l'occhio. Un meraviglioso tiro a giro per sbloccare la partita, un palo e tanti spunti. Sugli spalti, ad assistere alla gara, Fabio Paratici, CFO della Juve.

LA JUVE VALUTA - Sì, perché Kulusevski in pochi mesi ha stregato tutti, anche la Juve. Che lo osserva e studia da tempo. Oggi si è mosso in prima persona Paratici, ma il lavoro dei bianconeri va avanti da tempo. Classe 2000, l'esterno è in prestito secco al Parma, ma è di proprietà dell'Atalanta, club con cui la Juve vanta ottimi rapporti, e parla anche di Traoré. In ogni caso Paratici non ha fretta: sa che il Parma difficilmente accetterebbe di privarsene a gennaio, l'obiettivo è così giugno. Siamo in fase di valutazione, l'investimento sarebbe comunque oneroso. Qualora decidesse di affondare il colpo, la Juve ci potrebbe provare anche a gennaio, prendendo lo svedese dall'Atalanta e lasciandolo poi fino a fine stagione a Parma. Valutazioni in corso senza fretta, ma  la concorrenza fa paura.

E L'INTER... - L'Inter segue Kulusevski, piace a Conte e alla dirigenza. I nerazzurri lavorano da settimane sottotraccia, per capire costi e fattibilità dell'operazione. L'Atalanta non considera lo svedese incedibile, ma per prelevarlo servono almeno 30 milioni di euro. L'Inter allora riflette, la Juve visiona e valuta. Lo svedese è una gemma, un talento purissimo. Il derby d'Italia per lui è pronto a partire.