143
Il contratto di Fabio Paratici si avvicina sempre più alla sua scadenza, che poi è la stessa di tutta l'area sportiva bianconera: 30 giugno 2020. Questo non significa che Paratici sia necessariamente vicino al termine della propria avventura alla Juve. Da tempo infatti era vissuta come una formalità o quasi quella firma da mettere sul nuovo contratto, solo che strada facendo è diventata tutt'altro che una formalità. Anche perché in casa Juve, oggi, nessuno può dirsi sicuro del posto in futuro, da Andrea Agnelli in giù, figuriamoci Andrea Pirlo: un ribaltone a livello societario e dirigenziale è nell'aria, ma non è da definire scontato, se pure dovesse avvenire bisognerebbe comunque valutare con estrema attenzione i tempi del cambio di guarda. Fine stagione, magari fine anno. Tutto è in divenire. Sempre che la qualificazione in Champions non venga fallita. Di sicuro c'è che è ancora Paratici al timone dell'area sportiva, se non in fase di programmazione quantomeno per tutto ciò che riguarda la chiusura dell'esercizio che terminerà proprio con il giorno della scadenza del suo attuale contratto: entro il 30 giugno la missione è sempre quella dei 100 milioni di plusvalenza, ed è Paratici ad avere il mandato per centrare l'obiettivo.
IDEA BAYERN – Può ancora succedere di tutto, quindi. Ma se le strade di Paratici e della Juve dovessero separarsi al termine della stagione, la sua undicesima in bianconero e la terza da capo dell'area sportiva, allora Paratici diventerebbe rapidamente uno dei dirigenti più ambiti su scala internazionale sul mercato. Magari con un ruolo di nuovo di pura gestione tecnica, da direttore sportivo e scopritore di talenti, quello in cui si è imposto come un top manager a livello assoluto. Resta l'ipotesi di staccare per almeno sei mesi o un anno, sono state stagioni particolarmente stressanti e vissute senza sosta. Ma ad aver già mosso qualche passo è il Bayern Monaco, club che nei prossimi mesi dovrebbe vivere un ricambio anche in dirigenza. E per l'eventuale eredità del ds Brazo Salihamidzic è proprio il profilo di Paratici a rappresentare una prima scelta. L'idea del Bayern è questa, è reale. Prima però dovrebbe consumarsi la fine della sua esperienza con la Juve, possibile sì ma tutt'altro che sicura.