Commenta per primo

Il tecnico del Parma Roberto Donadoni ha parlato questa mattina in conferenza stampa al 'Barbetti' di Gubbio. 'Dobbiamo avere la convinzione e il desiderio di aggredire un po' più alti per togliere il raggio di giocate agli avversari - le sue parole riportate dal sito ufficiale dei gialloblù -. Munari? Dal punto di vista fisico sta bene e il nostro modulo lo agevola, credo che ci darà una grande mano'.

Sul nuovo acquisto Antonio Cassano, Donadoni assicura: 'E' in crescita, ieri sera (durante il triangolare di Perugia, ndr) ho visto dei miglioramenti, non è ancora al meglio ma sta facendo bene il suo percorso e le prestazioni di un certo livello lo aiutano a livello psicologico. L'ho visto muoversi bene e spaziare, solo giocando può arrivare alla forma ottimale. Lui è un ragazzo sensibile, spesso cerca di difendere e di proteggere i compagni perché riesce a capire i loro problemi. Questo è uno dei lati positivi del suo carattere, la sommatoria è ben più grande rispetto a come di solito viene descritto in negativo. Parlare di cassanate torna utile alla stampa, ma è un aspetto che ci piace poco e non aiuta il ragazzo. Faccio sfide di abilità con lui, ma anche con gli altri. Vincono facile perché io sono un ex, anzi, diciamo che vincono quasi facile, perchè devono sudare...'.

Infine sul mercato: 'Vedremo che tipo di spiragli ancora si possono aprire, se ci sono dei margini proveremo a ultimare la rosa, ma siamo sicuramente sulla strada buona - spiega il tecnico -. Numericamente parlando, a centrocampo siamo in sette per tre ruoli, non siamo affatto messi male. L'obiettivo, casomai, è inserire uno-due giocatori polifunzionali che sappiano interpretare più ruoli'.