136
Il Milan vive il presente con un occhio al futuro. Si avvicina infatti il rientro alla base dei cosiddetti esuberi: in attesa di capire quale sarà lo scenario ufficiale per Mattia Caldara e Diego Laxalt, che comunque rientreranno a Milano, è ufficiale il ritorno in rossonero do Andrea Conti, terzino arrivato dall'Atalanta che per un motivo o per l'altro, tra infortuni e prove sottotono, non è mai riuscito a dimostrare il proprio valore sotto la Madonnina.

IL PARMA RETROCEDE, NIENTE OBBLIGO DI RISCATTO E 7 MILIONI - Conti era passato al Parma nell'ultimo mercato di gennaio, in prestito per la durata di sei mesi, con obbligo di riscatto in caso di salvezza da parte dei Ducali, uno scenario ormai non più possibile dopo la retrocessione ufficiale della squadra di D'Aversa. L'ex Atalanta, che aveva lasciato Milano dopo tre anni e mezzo, prometteva un incasso da circa 7 milioni di euro, che non arriverà: Conti a fine campionato sarà nel capoluogo meneghino
GLI SCENARI - Il futuro al Milan però rimane incerto: Stefano Pioli ha a lungo dimostrato di preferirgli Davide Calabria e Pierre Kalulu e lo stesso Conti non ha trovato modo di riscattarsi in Emilia Romagna, non riuscendo a tornare sui suoi livelli pre-infortuni per aiutare i Ducali nella corsa salvezza. La prospettiva più probabile è dunque la cessione: il suo contratto scade a giugno 2022 e non sembra esserci margine per un rinnovo, la sensazione è che le parti si separeranno e ciò dovrà avvenire a titolo definitivo. Il club rossonero spera di ricavare 6-7 milioni dalla vendita del laterale destro classe 1994, ma sarà dura.

@AleDigio89