54

L'Emilia-Romagna ha deciso di dare il via libera all'accesso di un massimo di 1000 spettatori per le partite Parma-Napoli e Sassuolo-Cagliari, valide per la prima giornata del campionato di Serie A. Il presidente della Regione Stefano Bonaccini, in ottemperanza dell'ultimo DPCM del 7 agosto scorso - rinnovato il 7 settembre - ha firmato l'ordinanza regionale con cui concede la deroga all'apertura degli stadi, a condizione che venga presentato dagli organizzatori un piano che garantisca l’applicazione di misure anti-Covid (distanziamento, mascherina, accessi controllati, sanificazione).

La Lega Serie A va all'attacco delle istituzioni politiche dopo l'annuncio da parte della Regione Emilia-Romagna del via libera all'accesso di 1000 spettatori alle partite Parma-Napoli e Sassuolo-Cagliari, valide per la prima giornata di campionato. Queste sono le parole dell'amministratore delegato della Lega Luigi De Siervo: "La situazione che stiamo vivendo, alla vigilia della partenza della nuova stagione, è surreale. Abbiamo presentato a luglio un protocollo dettagliato di oltre 300 pagine per la riapertura parziale in massima sicurezza degli stadi, dettagliando per ciascun impianto le modalità attuative di ingresso, permanenza e deflusso dei tifosi. Al netto delle sacrosante deroghe concesse dalla Regione Emilia Romagna oggi, alla ripartenza del Campionato, il caos regna ancora sovrano. La Lega Serie A chiede, per il rispetto che merita la nostra industria e i nostri tifosi, che al più presto si faccia chiarezza sulla riapertura dei nostri stadi, seppur parziale e condizionata al rispetto delle condizioni di sicurezza per il pubblico".