Commenta per primo

'Come succede un po' a tutte le squadre, c'è un momento di stanchezza e di rilassamento anche nella Fiorentina. I viola ad oggi stanno facendo bene, sono in corsa per una qualificazione alle coppe europee, quindi la stagione sotto tutti gli aspetti è da giudicare in maniera positiva’. Così Giancarlo Antognoni, ospite ai microfoni di Radio Toscana.

'A parte Napoli e Juventus che si stanno giocando lo scudetto, per il resto tutte più o meno hanno stentato per un periodo - ha aggiunto l'ex bandiera gigliata -. Il Milan era partito male ma da un po' di settimane sta facendo meglio, la Roma era in crisi e ora sta tornando, ogni domenica a questo punto del campionato è decisiva. Serve continuità di risultati. Jovetic? Sicuramente ha bisogno di giocatori importanti vicino a lui. La Fiorentina quest'anno ce l'ha, e riusciranno a dargli il giusto contributo per crescere. Non si può pretendere da lui un gol ogni domenica, per fare una squadra competitiva comunque il montenegrino è imprescindibile. Il cambio contro il Chievo? Bisogna considerare anche la stanchezza del giocatore. Montella in quel momento ha visto Jovetic un po' in difficoltà, l'ha sostituito, e ha fatto entrare dei giocatori che hanno fatto la differenza. Stavolta bisogna dare atto al tecnico gigliato, a differenza di altre volte in cui è stato criticato, che ha azzeccato i cambi a gara in corso. Pasqual in Nazionale? Credo che Prandelli guardi molto il campionato, non credo che ci siano pregiudizi nei confronti di un giocatore come lui, che è bravo in campo ma anche fuori'.