26
Torna la paura per Pelé. A quasi 81 anni, O Rei è ricoverato nell'unità di terapia sub-intensiva dell'Ospedale Albert Einstein di San Paolo: per l'ex giocatore del Santos si tratta di un problema di reflusso accusato giovedì sera, che ha spinto i medici a prendere questa decisione a scopo precauzionale, secondo ESPN Brazil la situazione non sarebbe critica. O Rei era stato operato lo scorso 4 settembre per l'asportazione di un tumore al colon, diagnosticato durante gli esami di routine del 31 agosto, ed era stato dimesso dal reparto di terapia intensiva lo scorso martedì. 

7501fea7-a72c-46b9-9246-0b66caac1623
RASSICURAZIONE - A rassicurare tutti ci ha pensato la figlia di Pelé, Kely Nascimento, su Instagram: "Ciao amici, non so cosa stia succedendo con i rumors ma i miei messaggi stanno esplodendo. C'è già tanta ansia per il mondo in questi giorni e non vogliamo essere causa di ulteriore ansia. Questa foto è stata scattata ora (...) Sta recuperando bene e con un percorso normale. (...) E' il normale percorso di recupero per un uomo della sua età, dopo un'operazione del genere, a volte si fanno due passi avanti e uno indietro. Ieri era stanco e ha fatto un piccolo passo indietro, oggi ne ha fatti due avanti".
 
PARLA O REI - Lo stesso Pelé ha pubblicato poi un messaggio rassicurante sui social: "Amici miei, sto ancora recuperando molto bene. Oggi ho ricevuto la visita di alcuni membri della famiglia e continuo a sorridere ogni giorno. Grazie per l'amore che ricevo da voi".
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Pelé (@pele)