Commenta per primo
Il terzino dell'Italia Under 21 e del Cagliari (in prestito dalla Juventus) Luca Pellegrini ha concesso una lunga intervista a Il Corriere dello Sport, nella quale ha commentato il momento positivo dei sardi: "Dopo due sconfitte con Brescia e Inter abbiamo infilato cinque risultati utili mettendo 11 punti in classifica. Sì, stiamo molto bene. Maran è un tecnico molto preparato tatticamente, ti motiva ma non ti sovraccarica. Dobbiamo continuare così, per portare il Cagliari sempre più in alto. I fischi dell'Olimpico? Io innanzitutto ringrazio la Roma e i tifosi per quello che mi hanno dato da quando ho iniziato nel vivaio a quando sono stato lì. Quei fischi mi hanno fatto male. Purtroppo, le strade possono separarsi, la Roma ha fatto una scelta e io ho cercato quello che fosse il meglio per me. Così come mi è dispiaciuto leggere di una mia lite con Kolarov: non esiste, ho parlato anche con Alex dopo, in assoluta tranquillità. Mi spiace, io sono un ragazzo tranquillo. Juve? Un mio allenatore delle giovanili, Fernando Mastropietro, diceva sempre che da 1 a 8 si fa, il difficile arriva quando devi fare da 8 a 10. A certi livelli i dettagli fanno la differenza. È naturale che speri. Ma vedo il presente, voglio fare bene a Cagliari".