Commenta per primo
Partita tesa al 'Dei Marsi' tra Pescina e Foggia. Alla fine i pugliesi hanno avuto la meglio vincendo 2-1 e partendo così avvantaggiati per la gara di ritorno. Le reti rossonere arrivano entrambe nel primo tempo. Al 10’ è Mancino che con un sinistro dalla distanza infila sotto il sette. Al 25', poi, è Millesi a raddoppiare con un tap-in a pochi metri dalla porta. Nella ripresa il Pescina, nonostante l'inferiorità numerica dovuta all'espulsione di Molinari, accorcia le distanze con Rebecchi all'8'. Nel finale i marsicani, rimasti in nove per l'infortunio di Bettini, attendono la fine del match che termina con otto minuti di recupero a causa della momentanea sospensione della gara dovuta all'invasione di campo di un tifoso. PESCINA L'allenatore del Pescina, Roberto Cappellacci: 'Oggi, in casa, dovevamo vincere o comunque pareggiare. Il 2-1 complica la nostra situazione. Il nervosismo dei miei giocatori ha condizionato troppo l'andamento della gara. Poi l'eurogol di Mancini e qualche decisione dubbia dell'arbitro hanno fato il resto. La sconfitta è il più grande rammarico. Ho fatto delle scelte, forse qualcuna sbagliata, ma me ne assumo la responsabilità. Per il ritorno non abbiamo nulla da perdere, per cui se vinciamo saremo protagonisti di un'impresa'. FOGGIA L'allenatore del Foggia, Guido Ugolotti: 'Il risultato di oggi è stato sicuramente importante, e questo lo dico alla fine di una gara molto strana. Nel primo tempo abbiamo approfittato del nervosismo degli avversari, ma nel secondo tempo ci sono stati troppi errori ed è mancata la tranquillità mentale. Spero che la lezione sia servita, perché domenica prossima ci giocheremo tutto e quando troviamo una squadra che ci attacca di solito diamo il meglio'.