Commenta per primo

'Di Francesco potrà anche essere scaramantico nel dirlo, ma il Sassuolo ha già vinto il campionato di serie B. I neroverdi sono la squadra più forte del torneo perché negli anni hanno tenuto l'ossatura giusta, e hanno inserito giocatori di categoria, non delle stelle. Meritavano di vincere ai play off già lo scorso anno contro la Sampdoria. Missiroli per il Sassuolo è un giocatore fuori categoria'. Così il tecnico del Cesena Pierpaolo Bisoli, ospite ai microfoni di Radio Toscana.

'Sono tornato a Cesena perché tutti gli addetti ai lavori erano contrari - ha aggiunto l'allenatore del club romagnolo -. L'ho fatto per la gente che mi vuole un bene dell'anima. Non potevo far retrocedere la squadra in serie C. Non era semplice arrivare a Cesena, specialmente dopo un'annata che si era conclusa con una retrocessione brutta. Poi la partenza falsa, con tre sconfitte in tre partite, undici gol subiti e nessuno fatto, aveva depresso molto i tifosi e i giocatori. Alla fine sono certo che ci salveremo, la piazza è come una di serie A, ci sono sempre dodicimila persone allo stadio. Ci stiamo togliendo le nostre soddisfazioni, trecento persone ci hanno seguito anche nella nostra ultima trasferta'.

'In serie A il Siena darà del filo da torcere fino alla fine, e l'unica che vedo in grande difficoltà in chiave salvezza è il Palermo, che non è abituata a lottare per certi obiettivi - ha sottolineato ancora Bisoli -. Un po' come è accaduto per il Genoa l'anno scorso, mancano l'esperienza e i giocatori per evitare una retrocessione che non era certo preventivabile ad inizio stagione. La Fiorentina sta disputando un campionato straordinario. Sta proponendo un calcio bello: faccio i complimenti a Montella, alla società ed ai giocatori. Ho visto delle belle partite dei viola. Hanno dato ad un allenatore giovane il tempo di crescere, che è la cosa più importante. Il Bologna? Non mi spiego che top club di prima fascia non abbiano deciso di prendere un elemento come Diamanti, che ho portato io da Prato. L'ho lanciato, l'ho proposto a tutti, e non a caso è in Nazionale. L'attacco del Bologna è da squadra da quinto-sesto posto'.