22
Miralem Pjanic si appresta ad iniziare la sua nuova avventura al Besiktas, di ritorno dagli impegni con la nazionale bosniaca. L'ex calciatore della Juventus, che trascorrerà questa stagione in Turchia, in prestito dal Barcellona, ha riservato alcune parole a Marca anche sul tecnico blaugrana Ronald Koeman: "Mi ha messo la croce addosso sin dall'inizio. Forse non ha apprezzato che abbia dichiarato alla stampa che volessi giocare di più. Di solito tutti gli allenatori reagiscono positivamente di fronte a queste cose, pensando di trovarsi di fronte ad un giocatore che ha voglia di competere per il posto. Avrei preferito che mi dicesse in faccia che non contava su di me".

SULLA TRATTATIVA POI SFUMATA PER IL RITORNO ALLA JUVE - "C'è stata una trattativa? 
È vero. C'erano molte cose, ma la situazione di quelle squadre non era facile. Non molti club hanno avuto una grande finestra di mercato, solo il Paris Saint-Germain, non so come hanno fatto. Anche i club inglesi. È stato stressante, ho pensato riguardo alla mia situazione, ma fino a quando non ho ricevuto una chiamata ero concentrato sull'allenamento. Ma è stato difficile".