110
Paul Pogba è un chiodo fisso da anni per la dirigenza della Juventus. "Gli vogliamo bene", le parole di Fabio Paratici che si ripetono come un ritornello quando la domanda è sul francese e adesso l'opportunità di trattarlo davvero perché Mino Raiola lo ha messo sul mercato con le sue ultime dichiarazioni. La Juve sta studiando i prossimi passi e sa bene che il Manchester United partiva da almeno 100 milioni già un anno fa, quando i bianconeri - prima del devastante impatto Covid - studiavano un tentativo.

Ascolta "Pogba, la Juve ha offerto due giocatori al Man United già in pieno aprile: la proposta bianconera" su Spreaker.
 
 
LO SCAMBIO MANCATO - Per questo motivo nell'estate scorsa era impossibile prendere Pogba con un'offerta economica se non tramite scambi, ma anche questa strada è stata da subito complessa. Nello scorso aprile infatti, durante dialoghi indiretti, la Juve ha aperto alla cessione di Miralem Pjanic e Douglas Costa pur di arrivare a Pogba nell'affare allargato col Manchester United. Risposta negativa: uno è finito poi al Barça e l'altro al Bayern, ma Solskjaer non li ha messi in cima alla propria lista e così Paul è rimasto a Manchester. Oggi è un'altra storia, un'altra operazione. Tutta da studiare. E che fa gola a tanti...