Calciomercato.com

Portieri ai raggi X: 'Berardi ha tutto per sfondare, che carattere Sala!'

Portieri ai raggi X: 'Berardi ha tutto per sfondare, che carattere Sala!'



Un gigante per bravura e stazza: Alessandro Berardi ha recitato un ruolo da protagonista nel recentissimo derby tra Lazio e Roma nell'ambito della Final Eight del campionato Primavera.

La sua prestazione maiuscola non è casuale, visto che la retroguardia laziale è tra le migliori del calcio giovanile. Ha firmato con la società di Lotito fino al 2013, ma per approfondirne caratteristiche e punti di forza la redazione di calciomercato.com ha intervistato l'esperto Claudio Rapacioli, presidente di Apport: "E' sicuramente uno dei portieri più anziani del campionato primavera (gennaio 1991) ed è ormai alla sua quarta stagione in Primavera. La scelta della Lazio di trattenerlo a Roma invece che mandarlo a fare esperienza in qualche serie minore è stata sicuramente oggetto di perplessità e si vedrà se azzeccata o meno solo nei prossimi anni. Personalmente ritengo che un portiere dopo massimo un paio di buone stagioni disputate a livello Primavera debba andare a scontrarsi con il calcio vero delle prime squadre per dimostrare altri valori oltre a quelli tecnici che molto più facilmente si riescono ad esprimere nel settore giovanile. Per i bianco-azzurri trovarsi a disputare le fasi finali con un portiere di due anni più anziano della media è sicuramente un bel vantaggio".

"Nel derby di semifinale c'è stato lo scontro tra due promettentissimi portieri, il succitato Berardi e il classe '93 Pigliacelli. Il giallorosso, che dalla prossima stagione vestira la maglia del Parma, ha inciso poco, anche se sui tre gol non ha responsabilità specifiche. Il portiere delle Aquile invece, soprattutto nel finale, ha sfoderato parate importanti che hanno permesso ai laziali di raggiungere la finale del campionato primavera dopo 11 anni di digiuno.

"Alessandro ha dimostrato in queste Final Eigth di avere tutte le carte in regola per provare a fare il portiere. Struttura, personalità, tecnica non gli mancano speriamo di vederlo il prossimo anno impegnato in un campionato vero".

Berardi, purtroppo per i laziali, è stato battuto tre volte dagli attaccanti interisti nella finale Primavera di sabato sera. Sul primo gol il giudizio di mister Rapacioli è impietoso: "Sarebbe interessante  sapere cosa si sono detti in corso d'opera il centrocampisata che ha giocato palla a metà strada tra il centrale e il portiere, il centrale stesso e il portiere. Una palla quasi innocua si è trasformata per un difetto di comunicazione verbale in una devastante situazione gol. A parte questo episodio Berardi non ha dovuto compiere interventi importanti e sui gol poco poteva fare. Tra i neroazzurri, a sostituire lo sfortunato Di Gennaro, è stato chiamato Andrea Sala che ha risposto con una gara di grande personalità e sicurezza. Una bella soddisfazione per questo ragazzo che a causa di un problema al ginocchio ha dovuto saltare quasi tutta la prima parte della stagione. Non ha comunque mai mollato, lavorando sempre con serietà e applicazione massima, si è fatto trovare pronto al momento giusto. Questa è una dote estremamente importante per un portiere, soprattutto se relegato al ruolo di riserva"
 

Altre notizie