6

Alle 18 italiane, all' Estadio National di Brasilia, senza Muntari e Boateng (sospesi a tempo indetrminato dal Ghana LEGGI QUI) aspettando il risultato della sfida di Recife fra Usa e GermaniaPortogallo e Ghana hanno provato a meritarsi il passaggio del turno nell’ultima sfida del gruppo G di questi Mondiali. Vincono Cristiano Ronaldo e soci, che si impongono 2-1 ma non basta, perchè al Portogallo serviva un vero e proprio miracolo sportivo. Lo stesso CR7 al 6’ si è reso protagonista di un tirocross dalla distanza che si è stampato sulla traversa a Dauda battuto. Ancora Ronaldo al 18’ non riesce di testa da due passi a trovare il vantaggio. Vantaggio che arriva puntualmente al 30’ quando Boye deviando di ginocchio un cross dalla sinistra mette la sfera alle spalle del proprio portiere. Il vantaggio della Germania con Thomas Muller ha però l’effetto contrario sulla squadra allenata da Paulo Bento che arretra il proprio baricentro e viene puntualmente punito dal gol di Gyan Asamoah al 57’. La situazione si ribalta con il Ghana che sogna il passaggio del turno, ma un clamoroso errore di Dauda regala a Cristiano Ronaldo il più facile dei tap-in da centro area all’80’. Un tap-in che, però, non viene concretizzato al minuto 82’ quando ancora CR7 all’altezza del dischetto si fa parare il piattone destro da Dauda. Ronaldo si trova sul destro anche la palla del possibile 3-1 due volte nel finale ma in entrambe le occasioni non è riuscito a superare Dauda. Dopo aver sprecato l’impossibile il Portogallo con tanti rimpianti è costretto a dire addio al suo Mondiale, ma con questa inutile vittoria costringe anche il Ghana a dire addio alla kermess brasiliana.


 

CLICCA QUI PER IL CALENDARIO COMPLETO DI BRASILE 2014