2
Un piccolo fatto storico smuove il panorama abbastanza stagnante del calcio toscano, e non solo: Prato e Inter hanno appena raggiunto un accordo di collaborazione tecnica che riguarda sia la prima squadra, sia il settore giovanile. Il protagonista è stato l’amministratore delegato del Prato, Paolo Toccafondi, che dall’1 luglio sostituirà il padre al vertice della società, e che così commenta l’inedita joint-venture: 'E’ un'operazione fondamentale e praticamente unica in Italia, si tratta di un accordo triennale con una squadra top del calcio europeo che ha coinvolto tutta la città, e nel momento in cui c’era il timore di finire fra i Dilettanti'. La partnership prevede la possibilità per l’Inter di creare un avamposto tecnico nella terza città del centro Italia. L’Inter, dunque, avrà fuori regione una base che le permetterà di creare un percorso ben definito per i giocatori del settore giovanile, bacino di talenti a disposizione del Prato. 'E’ stato un percorso lungo e sofferto, prima abbiamo cercato un’intesa con la Fiorentina - spiega ancora Toccafondi al quotidiano Il Tirreno - e dopo è arrivata la grande occasione: l’Inter ha avuto fiducia nella dirigenza e nel nostro allenatore Esposito'.