Il presidente della Virtus Entella Antonio Gozzi ha espresso a La Repubblica il suo fastidio per la decisione del Collegio di Garanzia del Coni di mantenere la Serie B a 19 squadre, respingendo la richiesta di riammissione anche del club ligure: "E’ una barzelletta, l’ennesimo infortunio di un sistema di giustizia sportiva che va azzerato e cambiato. Non è credibile. Si mandano dei messaggi aberranti: finanzi campagne acquisti con milioni di nero, vedi Foggia, e non succede niente. Falsifichi i bilanci per più stagioni e non accade niente. Cambi le regole sui ripescaggi e va tutto bene. All’Entella poi hanno fatto qualcosa di allucinante. Prima con quello che hanno fatto con i punti di penalizzazione del Foggia e poi col Cesena. Hanno aspettato che fallisse perché così non poteva essere punito, se avessero agito subito noi saremmo in B. Lo chiamerei furto più che Serie B negata. Il Consiglio federale di ottobre e l’elezione del nuovo presidente dovranno dare una soluzione. La prima cosa da fare è mettere mano alla giustizia sportiva, con un ente esterno alla FIGC che nomini giudici imparziali e indipendenti. Altrimenti aboliamola e facciamoci giudicare tutti dalla giustizia civile