Vasyl Pryima, difensore ucraino classe 1991 rimasto svincolato dopo il fallimento del Metalurh in cui era cresciuto e aveva passato praticamente tutta la propria vita (fallimento innescato dalla guerra che la Russia di Putin ha scatenato contro l'est dell'Ucraina), ha firmato con il Torino un contratto sino a fine stagione, con un'opzione per il prolungamento. Ma che tipo di opzione?

Ecco che siamo in grado di offrire il dettaglio della durata: se Cairo al 30 giugno 2016 decidesse di far valere tale opzione, il vincolo si prolungherebbe di due anni, fino al 2018. Si tratta dunque, in sostanza, di un contratto triennale. E le cifre? Le nostre indiscrezioni parlano di 300000 euro l'anno. Pryima da oggi lavora come "vero" giocatore del Toro: sabato sera contro il Milan tifava dalla tribuna, dalla prossima potrebbe già essere convocato.