290
Il Portogallo raggiunge Francia e Brasile, è agli ottavi dei Mondiali in Qatar: 2-0 all'Uruguay, per i lusitani, decidono il gol al 54' inizialmente assegnato a Ronaldo e poi corretto in favore di Bruno Fernandes (Cristiano non tocca il cross del centrocampista) e poi il rigore dello stesso Fernandes nel finale. Sei punti per la nazionale di Santos, basta un punto contro la Corea del Sud per l'aritmetica certezza del primo posto. All'Uruguay di Alonso, invece, serve una vittoria all'ultima giornata con il Ghana per superare il turno. Durante la partita c'è spazio anche per un po' di Italia: il Falco Mario Ferri ha invaso il campo con bandiera arcobaleno e maglietta pro Ucraina e donne iraniane.

LA PARTITA - Santos lascia ancora in panchina Leao e punta su Joao Felix con Ronaldo. L'Uruguay parte molto aggressivo e al 6' incassa la prima ammonizione con Bentancur. Proprio l'ex centrocampista della Juventus si rende pericolosissimo al 32': iniziativa personale, dribbla diversi uomini ma trova Diogo Costa a sbarrargli la strada. Per il Portogallo il primo tempo è in salita e l'infortunio di Nuno Mendes (sostituito da Guerreiro) non aiuta. Si va all'intervallo sullo 0-0, la ripresa parte con un altro copione e Joao Felix sfiora subito il gol. E' il preludio del vantaggio, che arriva al 54': cross dalla sinistra di Bruno Fernandes, Ronaldo sfiora di testa e il pallone va in rete. CR7 esulta per quello che sarebbe stato il 9 gol con il Portogallo ai Mondiali agganciando Eusebio, ma la FIFA cancella la gioia e assegna la rete a Fernandes, poiché in realtà l'attaccante non tocca il pallone. L'Uruguay reagisce, Alonso manda in campo Suarez e Maxi Gomez e quest'ultimo all 75' colpisce il palo. Passano tre minuti e Suarez manda sul lato della rete un'altra ghiotta occasione e un minuto dopo ancora serve un grande Diogo Costa per dire no a De Arrascaeta. Nel momento in cui l'Uruguay sembra poter trovare il pareggio, la doccia fredda. All'89' Gimenez va in scivolata per fermare Bruno Fernandes e tocca con la mano, il VAR richiama l'arbitro che concede un discusso penalty dopo on field review. Dal dischetto va Bruno Fernandes (Ronaldo era uscito pochi minuti prima) che spiazza Rochet, fa 2-0 e chiude i giochi. Festa grande per il Portogallo, mentre l'Uruguay è a un passo dall'eliminazione.