27
Dopo il successo di ieri dell'Italia sulla Grecia, che ha permesso agli Azzurri di qualificarsi agli Europei 2020 in anticipo, sono riprese oggi le qualificazioni alla rassegna continentale. Quattro i gironi impegnati nel pomeriggio e in serata.

Nella prima partita del Gruppo I il Belgio, già ad Euro 2020, supera per 2-0 il Kazakistan: a segno Batshuayi e Meunier. Alle 18 la Russia, che vince in trasferta per 5-0 contro Cipro in 10 e si qualifica aritmeticamente: segnano due volte Cheryshev, Ozdoev, Dzyuba e Golovin. Stesso orario per la partita tra Scozia e San Marino, 6-0 con la tripletta di McGinn e i gol di Shankland Findlay e Armstrong.

Nel Gruppo C ancora tutto in discussione: l'Olanda alle 18 vince 2-1 contro la Bielorussia con la doppietta di Wijnaldum e il gol di Dragun, alle 20.45 la Germania segna tre gol contro l'Estonia grazie alla doppietta di Gundogan e alla rete di Werner, nonostante la sciocca espulsione dello juventino Emre Can, schierato ancora da difensore, dopo solo 14'. Olanda e Germania appaiate al primo posto a quota 15.

Nel Gruppo E si parte alle 18 con Ungheria-Azerbaigian, 1-0 con la rete di Korhut; alle 20.45 la Croazia, priva di Brozovic squalificato, pareggia 1-1 in trasferta contro il Galles, con i gol di Vlasic e Bale. Il milanista Rebic subentra nel finale, come nel finale si fa male Luka Modric (rischio distorsione).

In serata, alle 20.45, si chiude con il Gruppo G, che pure vede ancora tante squadre in gioco. La Polonia trova la qualificazione aritmetica vincendo 2-0 contro la Macedonia del Nord, grazie ai gol di Frankowski e del napoletano Milik. Infine la Slovenia cede in casa contro l'Austria, a causa della rete di Posch su assist dell'interista Lazaro. Non entra nemmeno il milanista Piatek.