113
Ormai il tempo dell'attesa è finito. La Juve ha aspettato Adrien Rabiot per due stagioni e l'inizio di quella in corso. Il ritornello poi sembrava sempre lo stesso, da Maurizio Sarri ad Andrea Pirlo fino a Max Allegri: il centrocampista francese ha un potenziale enorme, nemmeno lui sa quanto forte potrebbe essere. Solo che l'enfant prodige del Psg è diventato un uomo, a 26 anni continuare a parlare di attesa e di potenziale non si può più. Soprattutto quando l'ingaggio è da 7 milioni netti a stagione più bonus, soprattutto quando ormai non si contano le occasioni che gli sono state concesse in due anni e mezzo di Juve. E la pazienza è finita. Anche quella di Allegri, passato dalle parole al miele alle bastonate, ha utilizzato Rabiot come un titolare ma ora il francese è sul mercato. Non solo sacrificabile, ma proprio in vendita. Con mamma Veronique che a questo punto sembra a sua volta disposta ad ascoltare proposte in arrivo, è vero che il contratto scadrà solo il 30 giugno 2023 però la consapevolezza che il tempo alla Juve si stia esaurendo si sta concretizzando anche all'interno dell'entourage Rabiot.
IL NEWCASTLE – Ad aver mosso passi decisi, intanto, c'è il Newcastle. Ovviamente non è che ora possano acquistare centinaia di giocatori, ma Rabiot rappresenta qualcosa di molto simile a un'opportunità: quel famoso potenziale inespresso, unito a un curriculum da titolare con Psg, Juve e Francia, sta convincendo il nuovo Newcastle a puntare su Rabiot. Contatti avviati con mamma Veronique, che non dice di no ma prende tempo per valutare con attenzione il progetto tecnico. Mentre la Juve fissa un prezzo tutt'altro che impossibile: può bastare un'offerta compresa tra i 10 e i 15 milioni per lasciar partire il francese, che libererebbe anche un bel posto ingombrante a bilancio e in organico. Il Newcastle c'è, ma si aspettano anche altre opportunità, dalla Spagna c'è anche chi giura che il clan Rabiot stia cercando una sponda in Carlo Ancelotti anche se il Real non sembra particolarmente interessato all'operazione. Tempo al tempo, quello della Juve che aspetta Rabiot è finito: ora inizia quello del mercato, con l'obiettivo di vendere il francese già a gennaio.