159
Metti una sera a cena, senza gli arrangiamenti musicali di Ennio Morricone ma con il mercato a farla da padrone. Non è passata inosservato l’incontro a Torino tra Pavel Nedved e Mino Raiola, due vecchi amici ma anche due alleati che possono lavorare insieme per migliorare la Juve. Il primo piatto era incentrato sui giocatori della scuderia del noto agente che vestono già il bianconero: da Kean a Pellegrini chiudendo con De Ligt. Ma la discussione si è ampliata anche su possibili traiettorie che potrebbero vedere la Juventus interessata a dei giovani che giocano in Olanda.

Ascolta "Raiola alleato della Juve, ecco i possibili botti: la verità su Pogba, Gravenberch e due affari low cost" su Spreaker.
LA SITUAZIONE- Owen Wijndal, classe '99 dell'AZ Alkmaar, è un’idea per il post-Alex Sandro. Non l’unica perché Cherubini ha sondato il terreno anche per Lucas Digne, in rotta con Benitez all’Everton. Da tenere viva anche la pista che porta a Noussair Mazraoui, terzino destro della nazionale marocchina e in scadenza di contratto con l’Ajax. Ma c’è da battere la concorrenza di Barcellona e Napoli. Il piatto forte, come in ogni cena che si rispetti, é arrivato alla fine quando Raiola e Nedved sono tornati a parlare di due vecchi pallini bianconeri con età e curriculum differenti ma accomunati da un ruolo, quello del centrocampista, che è una vera priorità sul mercato per la Juventus: Paul Pogba e Ryan Gravenberch. Il francese lascerà il Manchester United ed è una opzione che Cherubini tiene calda per giugno. Per il gioiello olandese classe 2002 la Juve c’è da almeno due anni, ha le caratteristiche giuste per le idee di Allegri: grande struttura fisica, geometrie e personalità. Ma per il momento l’Ajax fa muro, nonostante un contratto in scadenza solo nel 2023. ten Hag punta su di lui per fare una grande Champions League e rivincere l’Eredivisie, poi a giugno verranno prese in considerazione eventuali offerte. Tra queste potrebbe esserci proprio una da Torino sponda bianconera.