198
Il conto alla rovescia è partito. A questo punto ogni giorno potrebbe essere il giorno di Matthjis de Ligt. Anche perché il conto alla rovescia l'ha fatto partire Mino Raiola, non proprio uno qualunque. In tempo di pace, il countdown era iniziato già da un paio di settimane, con quell'accordo individuato tra la Juve e il giocatore, che poi doveva essere l'impresa più ardua: 12 milioni netti bonus inclusi, cinque anni di contratto e clausola rescissoria variabile con base di partenza a quota 150 milioni. Ora non è tempo di guerra, ma Raiola ha fatto capire come sia giunto il momento di fare in fretta. I contatti tra club poi erano avviati da tempo, l'intesa di massima era stata individuata a circa 80 milioni di euro, muro che la Juve non vorrebbe sfondare considerando anche la commissione monstre per Raiola da 11 milioni. Intesa di massima, aspettando che venissero sciolti gli ultimi dettagli tra modalità di pagamento, bonus e distanza tra domanda e offerta. Una distanza sicuramente non incolmabile, inferiore ai 10 milioni tra una Juve già arrivata a quota 65 e un Ajax che continuava a chiedere tra i 70 e i 75 come fatto già da un paio di mesi. Ma non come promesso un anno fa a De Ligt, su questo si basano le parole piccate di Raiola: c'era un gentlemen agreement per convincere il giocatore a restare un anno in più, sarebbe potuto andare dove avrebbe voluto per meno di 50 milioni, poi la super stagione disputata ha fatto lievitare la richiesta. Niente di grave o di imprevedibile, però arrivati a questo punto è l'Ajax a dover mollare la presa, avvicinandosi alla Juve per chiudere questa trattativa.

CONTO ALLA ROVESCIA – Raiola ha parlato, lo ha fatto pubblicamente, in Olanda, come ripotato dal Telegraf (leggi qui). Ha confermato l'accordo tra Juve e De Ligt. Ha ribadito la volontà del giocatore a non fare pazzie né guerre interne. Ha anche svelato quella promessa proprio per fare in modo che l'Ajax capisse come però ora la pazienza stia finendo. De Ligt vuole iniziare il prima possibile la sua avventura in bianconero, la Juve sta cercando di chiudere questa trattativa per fare in modo che l'olandese possa arrivare subito alla corte di Maurizio Sarri. E l'obiettivo comune è quello di chiudere questa pratica entro fine settimana: in giornata nuovi contatti, positivi. L'affare non è mai stato in discussione, ora però è arrivato il momento di chiudere. Il conto alla rovescia l'ha fatto partire Raiola.