Commenta per primo
Era l’estate del 1993 quando Claudio Ranieri diventava l’allenatore della Fiorentina. Raccolse le macerie di una squadra appena retrocessa e seppe guidare la truppa alla vittoria del campionato di Serie B. In quella squadra c’era Stefano Pioli, insieme a Batistuta, Beppe Iachini e all’amico fraterno Daniele Carnasciali. “Stefano era un leader, sempre attento e concentrato. Dava sempre il massimo per sé e per la squadra” ha raccontato di recente l’attuale allenatore della Roma. E mentre lui notava queste qualità, Pioli cominciava a valutare l’idea di diventare allenatore un giorno. E così è stato. Il suo modello, lo ha ribadito più di una volta, è stato proprio Ranieri. Lo racconta ViolaNews.com.